Sport

Volfango Patarca, morto ex responsabile giovanile Lazio. Scoprì Di Canio, Nesta…

volfango-patarca

Morto Volfango Patarca, ex responsabile del settore giovanile della Lazio (foto da video YouTube)

ROMA – E’ morto Volfango Patarca, per anni responsabile del settore giovanile della Lazio. Fu lui a scoprire futuri campioni come Alessandro Nesta, Paolo Di Canio, Marco Di Vaio e Gigi Di Biagio. Speciale soprattutto il rapporto con Di Canio, visto che come lui era originario dello stesso quartiere di Roma, ovvero il Quarticciolo.

Il ricordo di Elmar Bergonzini su La Gazzetta dello Sport:

Nato nel 1945 (aveva 72 anni), da giovane lui stesso era considerato un ottimo talento ma non riuscì a sfondare per colpa di un carattere considerato troppo forte. Per questo si è sempre rivisto in Di Canio, un ribelle per natura. Una volta Di Canio restò in panchina durante una finale che la Lazio giocò con la Lodigiani. Patarca non era d’accordo con la scelta del tecnico, ma non mise bocca sulla decisione. Sulla reazione di Di Canio sì, però. Perché Paolo, frustrato dalla panchina e dalla sconfitta, lanciò il proprio borsone in mezzo alla strada, sotto la pioggia, minacciando di smettere di giocare, poi scappò a casa.

Volfango raccolse il materiale che si era sparso per la strada, rimise tutto dentro il borsone e corse a casa Di Canio. Lo sgridò di fronte ai genitori, gli fece capire che non era quello il modo di reagire. Altro episodio nel 1982: l’Italia aveva appena vinto il Mondiale in Spagna e Patarca vide l’adolescente Paolo sventolare il tricolore stando in piedi sul tetto di una macchina. Gli intimò di scendere perché stava mettendo a rischio la carriera con atteggiamenti sconsiderati.

 

To Top