Vultur Rionero, ultras morto. L’ha investito un’auto di tifosi del Melfi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Gennaio 2020 16:46 | Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio 2020 8:03
Vultur Rionero, ultras morto. L'ha investito un'auto di tifosi del Melfi a Vaglio di Basilicata

Vultur Rionero, ultras morto. L’ha investito un’auto di tifosi del Melfi (Foto Ansa)

ROMA – Tornano violenza e morte nel mondo degli ultras. Un operaio di 39 anni, Fabio Tucciariellotifoso della Vultur Rionero (Eccellenza lucana) – è morto investito da un’auto sulla quale viaggiavano alcuni tifosi del Melfi (Eccellenza lucana), nei pressi della stazione di Vaglio di Basilicata (provincia di Potenza). Altre quattro persone sono rimaste ferite La Polizia sta indagando per stabilire le circostanze che hanno che hanno portato all’incidente e alla morte del tifoso, probabilmente frutto della rivalità tra le due tifoserie. Uno dei feriti è ricoverato all’ospedale San Carlo di Potenza.

La Polizia ha rintracciato e fermato l’automobile, una Fiat Punto, che avrebbe investito i tifosi della Vultur Rionero, provocando oggi la morte di uno di essi e il ferimento grave di un altro. Gli occupanti dell’auto, tre giovani tifosi del Melfi, sono ora interrogati nella Questura di Potenza.

La Vultur Rionero era attesa dalla partita sul campo del Brienza, ma il match è stato annullato proprio per quanto accaduto, mentre il Melfi era diretto a Tolve per giocare contro il Real Tolve.

Spiega Claudio Buono su OndaNews: I due gruppi di tifoserie si sarebbero ritrovati verso ora di pranzo nei pressi dell’area di servizio. Per cause ancora in fase di accertamento, è nata una rissa che ha causato la morte di un tifoso ed il ferimento di altri quattro. L’uomo ferito in modo mortale sarebbe stato investito, ma anche su questo sono in corso accertamenti.

Sul posto le Forze dell’Ordine e i sanitari del 118 Basilicata Soccorso. Indagini immediatamente avviate per chiarire la dinamica dei fatti e risalire ai responsabili di quello che si configura come un omicidio. Tra le due tifoserie c’è stata sempre rivalità.

“Una domenica di sport e di festa è stata distrutta dalla follia di un gruppo di facinorosi. Violenti che sotto il manto della tifoseria si lasciamo andare ad atti di violenza che sono delinquenziali”. Lo ha scritto – in una nota diffusa dall’ufficio stampa – il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, riferendosi alla morte di un tifoso della Vultur Rionero investito oggi a Vaglio di Basilicata. “Questi delinquenti – ha aggiunto – la dovranno pagare cara”.

“L’intera comunità lucana – ha proseguito il governatore lucano – condanna quando accaduto a Vaglio, perché è distinta e distante da questi comportamenti. Non si può morire una domenica per andare a vedere la squadra del cuore. Da sportivo, da tifoso, sono convinto che questi atteggiamenti siano lunari rispetto alla passione che muove milioni di italiani e di lucani. Alle famiglie dei feriti e della vittima – ha concluso Bardi – va la mia vicinanza”. (Fonti: Ansa, Agi e OndaNews).