Juventus, notte difficile a Amsterdam: botti e fuochi sotto l’hotel dai tifosi dell’Ajax

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 10 aprile 2019 16:51 | Ultimo aggiornamento: 10 aprile 2019 16:51
Juventus, notte difficile a Amsterdam: botti e fuochi sotto l'hotel dai tifosi dell'Ajax

Juventus, notte difficile a Amsterdam: botti e fuochi sotto l’hotel dai tifosi dell’Ajax (da YouTube)

AMSTERDAM – La notte prima di Ajax-Juventus, i calciatori bianconeri hanno dormito poco perché sono stati disturbati dai tifosi dell’Ajax. Per non far dormire i calciatori della Juventus, i tifosi dell’Ajax hanno acceso botti e fuochi d’artificio sotto l’hotel dove alloggiavano i campioni d’Italia in carica. Un’azione di disturbo quantomeno singolare, soprattutto se portata avanti prima di una partita così delicata in una competizione prestigiosa come la Champions League.

Ajax-Juventus, Ten Hag sfida Allegri: “Non cambieremo la nostra filosofia per voi”.

 “Dobbiamo avere qualità, è una gara importante, lo stadio sarà pieno e il risultato è la cosa più importante. Il calcio italiano? Cultura diversa dalla Spagna, dovremo affrontare diversamente la partita, ma con il nostro stile”. Così il tecnico dell’Ajax, Erik Ten Hag, alla vigilia della sfida dei quarti di Champions contro la Juventus. Le sue dichiarazioni sono state riportate dall’Ansa.

    Ten Hag si rallegra del fatto che Cristiano Ronaldo dovrebbe esserci: “vogliamo sfidare i migliori – dice – e la possibilità che lui ci sia va benissimo”. Peserà nella Juve l’assenza di Chiellini? “E’ un difensore importante per la Juve ma sono in diversi che possono giocare al suo posto – risponde l’allenatore dell’Ajax -. Ma è chiaro che a loro Chiellini mancherà”.

    Sulla partita Ten Haag dice ancora che “la Juve è talmente esperta, con un tecnico così bravo, che può giocare con diverse strategie. Dobbiamo leggere bene la partita, anticipandoli su tutto”.

I calciatori della Juventus hanno dormito poco, tutta colpa dei botti e dei fuochi d’ artificio sotto il loro hotel. I tifosi dell’Ajax lo hanno fatto per non farli riposare a dovere. Il video dal canale YouTube del De Telegraaf.

Fonti: De Telegraaf e Ansa.