Scontri tra tifosi Ajax e polizia. Fermati 120 tifosi della Juventus per possesso di oggetti pericolosi FOTO e VIDEO

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 10 aprile 2019 21:18 | Ultimo aggiornamento: 10 aprile 2019 23:24
Ajax-Juventus, scontri tifosi: fermati 120 juventini, Salvini lo ha detto

Ajax-Juventus, scontri tra polizia e tifosi olandesi. Foto EPA/MAURICE VAN STEEN

AMSTERDAM – Disordini prima della partita di Champions League tra l’Ajax e la Juventus. Centoventi tifosi juventini sono stati fermati ad Amsterdam, in varie zone della città, perché “avevano oggetti non esattamente appropriati per andare ad uno stadio”. Lo ha reso noto il ministro dell’Interno Matteo Salvini in una diretta Facebook chiedendo ai tifosi che si trovano nella capitale olandese per seguire l’incontro tra Ajax e Juve di “tenere la testa sulle spalle”. “Il calcio è bello, lo sport è bello – ha aggiunto – però a mani pulite a volto pulito senza far casino, mi raccomando”. 

Scontri tra tifosi dell’Ajax e la polizia fuori dall’Amsterdam Arena.

Prima del fischio d’inizio della partita, ci sono stati degli scontri fuori dallo stadio. In questi scontri non sono coinvolti tifosi italiani. Stando a quanto riportato dall’inviato di Sky Sport Gianluca Di Marzio, gli scontri sarebbero avvenuti tra tifosi dell’Ajax e forze dell’ordine. I tifosi olandesi avevano annunciato la loro intenzione di scontrarsi con la polizia in un post pubblicato su Instagram sulla pagina “ultras Amsterdam”. La polizia è intervenuta prontamente con idranti e lacrimogeni per evitare che i tifosi dell’Ajax venissero a contatto con quelli della Juventus.

Dopo il pronto intervento delle forze dell’ordine, la situazione è tornata alla normalità. Tutto questo è stato mostrato da Sky Sport, in diretta tv, attraverso alcuni video che sono stati girati nei pressi dello stadio dell’Ajax. I tifosi della Juventus sono stati fermati per il possesso di oggetti non permessi e non per la loro partecipazione a questi scontri.