YouTube, Gaizka Mendieta dj: “David Guetta è il mio idolo. Vi racconto come andò alla Lazio…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 febbraio 2019 16:38 | Ultimo aggiornamento: 21 febbraio 2019 16:39
YouTube, Gaizka Mendieta dj: "David Guetta è il mio idolo. Vi racconto come andò alla Lazio..."

YouTube, Gaizka Mendieta dj: “David Guetta è il mio idolo. Vi racconto come andò alla Lazio…”

ROMA – Vi ricordate Gaizka Mendieta? Venne pagato a peso d’oro dalla Lazio di Sergio Cragnotti ma non riuscì ad affermarsi nella Capitale. Una volta appeso gli scarpini al chiodo, ha iniziato la carriera da dj. Il suo nuovo idolo è il “collega” David Guetta. Ecco le sue dichiarazioni al The Sun. “Suonavo sempre le canzoni per divertimento ma il Dj non è mai stato qualcosa che pensavo di fare una volta andato in pensione. Ho suonato con Dj in piccoli club con non molta gente e in grandi festival con migliaia di persone, è qualcosa che amo fare“.

“Avevamo due vinili sul giradischi e un CD nel caso in cui qualcosa fosse andato storto, il primo giradischi non ha funzionato, noi lo sentivamo ma la gente no. Eravamo lì per due minuti e ci sono volute ore con il tecnico che stava riparando il guasto. Da lì, sono stati festival ed eventi, no-stop, è qualcosa che non avrei mai pensato di fare. La somiglianza con David Guetta? La gente lo ha già detto. Traduco i testi, sono andato in un’accademia a Valencia per tre anni per imparare l’inglese per questo “.

YouTube, Mendieta ora è un dj: il video sognando David Guetta…

“Sono andato alla Lazio e non ho vinto nulla, sono andato a Barcellona e non ho vinto nulla. Poi vado a Boro e arrivo a due finali e vinco un trofeo. È stato un anno molto difficile, non ho avuto molte possibilità, ho giocato solo 15 partite e abbiamo cambiato tre allenatori in un anno. Ho giocato più al Barca, ma hanno avuto cambiamenti di allenatore e due presidenti quell’anno. Era difficile.

Van Gaal con me è stato grande, anche se Louis può sembrare severo e con un regime militare, non lo era. Era molto socievole. La famiglia è sempre venuta per prima ed è stato molto bravo tatticamente”. “Mi è stato chiesto di fare playlist per i fan dei Boro quando vanno alle partite in trasferta con gli allenatori e ho fatto il dj nelle zone fan della Champions League per due o tre anni”.