Impresa Juventus, è ai quarti: la tripletta di Cristiano Ronaldo spazza via l’Atletico

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 12 marzo 2019 23:07 | Ultimo aggiornamento: 13 marzo 2019 11:09
Impresa Juventus, è ai quarti: la tripletta di Cristiano Ronaldo spazza via l'Atletico

Impresa Juventus, è ai quarti: la tripletta di Cristiano Ronaldo spazza via l’Atletico ANSA/ANDREA DI MARCO

TORINO – Champions League, ritorno degli ottavi di finale. Juventus-Atletico Madrid 3-0, gol: Cristiano Ronaldo di testa su assist di Bernardeschi al 26′, Cristiano Ronaldo di testa su assist di Joao Cancelo al 48′, Cristiano Ronaldo su rigore all’85’ (andata 0-2). 

Impresa Juventus. La tripletta di Cristiano Ronaldo, incubo dell’Atletico Madrid dai tempi del Real, ha eliminato la squadra allenata da Simeone e ha lanciato gli uomini di Allegri ai quarti di finale di Champions League. Non c’è stata storia allo Stadium con la Juve che ha dominato dal primo all’ultimo secondo grazie ad una prestazione perfetta e con l’Atletico che è stato eliminato senza mai tirare in porta. 

E’ stata la vittoria di Allegri. A Torino c’è stato chi ha avuto il coraggio di contestarlo e di chiedere il suo esonero dopo la sconfitta nella gara di andata a Madrid dopo 4 scudetti, il quinto già in cassaforte, e 4 Coppe Italia consecutive. Allegri ha incassato il colpo e mentre doveva fare i conti con le voci che lo volevano esonerato e che volevano al suo posto o Zidane o Conte, ha preparato la partita perfetta. La difesa della Juventus è stata impenetrabile, con la sorpresa Emre Can terzo di difesa, sulle corsie esterne hanno spopolato Spinazzola e Cancelo ed in attacco, insieme al fenomeno Cristiano Ronaldo, ha dato spettacolo Bernardeschi. Allegri ha anche azzeccato i cambi inserendo nel momento giusto della partita sia Dybala che Kean che con la loro velocità hanno messo in crisi la retroguardia dell’Atletico. 

E’ stato il trionfo di Cristiano Ronaldo. Il portoghese ha tirato fuori tutta la sua classe ma anche tutta la rabbia che aveva accumulato dopo la sconfitta della gara di andata.   Addirittura alcuni lo davano sul viale del tramonto e criticavano la Juventus per aver speso tutti quei soldi per acquistarlo. Ma Cristiano Ronaldo è l’uomo Champions e dopo aver alzato due coppe in faccia all’Atletico ai tempi del Real, ha punito il gestaccio di Simeone con la tripletta che ha spazzato via i biancorossi dalla Champions League. A fine partita, perché si parla sempre alla fine mai prima, ha rifatto il gestaccio a Simeone prendendosi il suo personale trionfo allo Stadium. Adesso la Juventus è la favorita per il successo finale in Europa. 

Partenza furiosa della Juventus contro l’Atletico Madrid. Al 2′ lo Stadium era esploso per il gol di Giorgio Chiellini ma questa gioia è durata poco perché l’arbitro ha annullato la rete. Il gol è stato tolto ai bianconeri dopo un lungo colloquio dell’arbitro con la VAR room. L’arbitro ha sanzionato il fallo di Cristiano Ronaldo su Oblak dopo la respinta difettosa del portiere dell’Atletico Madrid sul colpo di testa di Mario Mandzukic su azione d’angolo.

Al 23′, Szczesny ha dovuto mettere i pugni su una conclusione improvvisa di Griezmann. Il portiere polacco è stato sorpreso da questa conclusione ma ha saputo cavarsela con esperienza. Al 26′, la Juventus è passata in vantaggio con una magia di Cristiano Ronaldo. Il fenomeno portoghese ha travolto Juanfran e ha segnato di testa su pennellata perfetta di Federico Bernardeschi. Al 31′, la Juventus ha sfiorato il raddoppio con Bernardeschi, il suo calcio di punizione è uscito di un soffio. Al 44′, Chiellini ha impegnato severamente il portiere dell’Atletico Madrid; Oblak ha deviato la sua incornata in calcio d’angolo. Il primo tempo è terminato con la Juventus in vantaggio di un gol sull’Atletico Madrid. 

Al 48′, a inizio ripresa, Cristiano Ronaldo ha segnato il gol della sua doppietta e ha pareggiato i conti tra andata e ritorno. Cr7 ha segnato di testa su cross di Joao Cancelo. La rete è stata assegnata grazie all’ausilio della Goal Line Technology. Al 66′, Allegri richiama in panchina Spinazzola, autore di una prestazione straordinaria, e lancia in campo Paulo Dybala. Al 79′, esce un esausto Mario Mandzukic ed al suo posto entra in campo il millennial Moise Kean. All’81’, Chiellini ha lanciato a rete proprio Kean, il millennial ha calciato a botta sicura ma il suo tiro è uscito di  un soffio a Oblak battuto. All’84’, Bernardeschi ha superato in velocità Correa che lo ha steso: calcio di rigore per la Juventus. Dagli undici metri non ha sbagliato Cristiano Ronaldo. La sua tripletta è valsa la qualificazione ai quarti alla Juventus. 

Juventus-Atletico 3-0, gli highlights della partita