YOUTUBE. Messi-Suarez rigore di seconda contro Celta Vigo

Pubblicato il 14 Febbraio 2016 23:00 | Ultimo aggiornamento: 14 Febbraio 2016 23:00

ROMA – YouTube, impazza il video con l’ultima prodezza di Messi. Mancava solamente questo nel “ricco” curriculum di Leo Messi: oggi il calciatore argentino ha tirato un calcio di rigore di seconda. Invece che calciare verso la porta, come si fa di solito dagli undici metri, ha passato la palla a Suarez che ha segnato da due passi (video in fondo all’articolo).

Barcellona ancora una volta travolgente al Camp Nou. A farne le spese nel posticipo della 24/a giornata della Liga è il Celta di Vigo che dopo aver resistito nel primo tempo cola a picco nella ripresa (6-1 il risultato finale) sotto i colpi di uno scatenato Suarez. Messi e compagni si riportano a +3 punti di vantaggio sull’Atletico Madrid vittorioso 1-0 nel pomeriggio sul campo del Getafe grazie al gol di Fernando Torres. Per i blaugrana a segno Messi (28′ pt), tripletta di Suarez nel secondo tempo (14′, 30′ e 36′), gol di Rakitic (39′ st) e Neymar (46′ st). Per il Celta Vigo in gol Guidetti su rigore (39′ pt).

Paragonato a Diego Armando Maradona, Lionel Messi grazie alla sua costanza e alle sue varie capacità tecniche e calcistiche è ritenuto da molti esperti ed appassionati uno dei migliori calciatori di tutti i tempi.

Inoltre, grazie al notevole numero di gol segnati in carriera, risulta uno dei marcatori più prolifici della storia del calcio.

5 x 1000

Vincitore nel 2009 dell’ultima edizione del Pallone d’oro, premio conferito dalla rivista francese France Football al miglior calciatore del mondo militante in un club FIFA, e del FIFA World Player of the Year 2009, ha poi vinto il Pallone d’oro FIFA quattro volte: nel 2010, 2011, 2012 e 2015. Nel 2011 e nel 2015 l’UEFA lo ha insignito del riconoscimento come Best Player in Europe.

Nel 2013, invece, è inserito nella miglior formazione calcistica di tutti i tempi stilata dalla rivista World Soccer.

Grazie ai ventisei titoli conquistati, vale a dire sette campionati spagnoli, sei Supercoppe di Spagna, quattro UEFA Champions League, tre Coppe del Re, tre Supercoppe UEFA e tre Coppe del mondo per club FIFA, è insieme a Iniesta, il calciatore più decorato della storia del Barcellona.

Con la Nazionale argentina, oltre al secondo posto nel Mondiale 2014, e nelle edizioni del 2007 e 2015 della Copa América, ha vinto il Mondiale Under-20 nel 2005 e la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Pechino nel 2008. È, altresì, l’unico calciatore ad aver segnato cinque gol in una partita della fase a eliminazione diretta di Champions League, ad aver vinto per cinque volte (quattro consecutive) la classifica dei marcatori della massima competizione continentale e ad essere andato a segno per il maggior numero di partite consecutive (19) in un campionato professionistico europeo.

Per nove volte consecutive (dal 2007 al 2015) ha fatto parte del FIFA/FIFPro World XI, mentre per sette volte (consecutivamente dal 2008 al 2012, poi nel 2014 e nel 2015) è stato inserito nella Squadra dell’anno UEFA, più una volta (nel 2014-2015) nella Squadra della stagione della UEFA Champions League e per otto volte (nel 2005-2006, consecutivamente dal 2007-2008 al 2012-2013 e nel 2014-2015) è stato inserito nella Squadra dell’anno ESM. Detiene anche il record assoluto di marcature in una stagione tra club e Nazionale (82 nel 2011-2012) e in un anno solare (91 nel 2012), avendo superato i primati che spettavano rispettivamente a Pelé (75 nel 1958) e Gerd Müller (85 nel 1972).

È per giunta, con quattro nomination (dal 2010 al 2013), il calciatore più nominato per il premio Laureus Sportsman of the Year Award dei Laureus World Sports Awards, riconoscimento mai assegnato a un calciatore. Ha fatto inoltre parte, insieme a Luis Suárez e Neymar, del tridente più prolifico della storia del Barcellona e del calcio spagnolo, segnando 58 delle 122 reti della MSN nella stagione 2014-2015.

Con uno stipendio da 65 milioni di euro al 2015, è il calciatore più pagato del mondo, mentre l’anno precedente, secondo quanto riportato dalla rivista Forbes, ha guadagnato 73,8 milioni di dollari, piazzandosi al 4º posto nella classifica degli sportivi più pagati.