YOUTUBE Sampaoli insulta poliziotti durante un controllo, poi si scusa

Pubblicato il 27 dicembre 2017 18:22 | Ultimo aggiornamento: 27 dicembre 2017 18:22
YOUTUBE-SAMPAOLI-INSULTA

YOUTUBE Sampaoli insulta poliziotti durante un controllo, poi si scusa

BUENOS AIRES (ARGENTINA)  –  Natale fuoriprogramma per il ct dell’Argentina, Jorge Sampaoli, fermato dalla polizia a Casilda, la sua città che dista 335 chilometri a nord-ovest di Buenos Aires, dopo il matrimonio della figlia Sabrina. Secondo i media argentini, l’ex tecnico del Siviglia è stato fermato dalla municipale che lo ha ‘pizzicato’ mentre trasportava nella sua auto più persone del dovuto.

Non bastasse, il cittì dell’Albiceleste non l’ha presa bene e, sempre secondo quanto riferito, sarebbe stato contenuto a fatica da parenti e amici e insultato (“Siete degli stupidi, guadagnate 100 pesos al mese”) gli agenti dopo l’alcol-test che avrebbe rivelato un tasso oltre i limiti de consentito. La scena, tra l’altro è stata ripresa da un automobilista di passaggio, che l’ha postata sui social.

Sampaoli si scusa dopo offese a poliziotti

Dopo le offese, ecco le scuse. A farle, Jorge Sampaoli, il ct dell’Argentina che ha perso le staffe dopo essere stato fermato dalla polizia per un normale controllo. Secondo quanto riferito dal capo della polizia di Casilda, la sua città natale, l’allenatore della ‘Seleccion’ (tra l’altro, ripreso da un cineamatore proprio nel momento del fermo), ha riferito il quotidiano ‘La Capital’, si è scusato per il suo comportamento e le brutte parole rivolte agli agenti al momento del fermo.

“Sampaoli ha chiamato per scusarsi, è stata una telefonata breve”, ha detto Federico Censi. Le scuse sono arrivate dopo la pubblicazione del video (diventato virale sulla rete) in cui si vede il tecnico argentino discutere con due agenti dopo essere stato fermato alla guida della macchina (di rientro dal matrimonio della figlia) e multato, per le troppe persone a bordo. Alla guida del veicolo c’era il fratello di Sampaoli, ma il cittì – tra l’altro un po’ brillo, secondo quanto riportato dalla stampa argentina – si è lo stesso lasciato andare, offendendo i poliziotti.