YOUTUBE Spalletti stuzzica Icardi: “Il problema non è che non segna ma che non partecipa al gioco”

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 aprile 2018 13:12 | Ultimo aggiornamento: 15 aprile 2018 13:12
YOUTUBE Spalletti stuzzica Icardi: "Il problema non è che non segna ma che non partecipa al gioco"

YOUTUBE Spalletti stuzzica Icardi: “Il problema non è che non segna ma che non partecipa al gioco”

BERGAMO – Luciano Spalletti ha stuzzicato Mauro Icardi al termine di Atalanta-Inter 0-0: “Il problema non è che non segna, quello è un problema vostro, il problema è che non partecipa al gioco come dovrebbe…”.

 

 

 

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

 

 

“Abbiamo fatto un ottimo primo tempo dove i ragazzi sono stati notevoli. Abbiamo pressato e creato, poi è chiaro che l’Inter è una squadra pericolosa negli spazi. Nella ripresa ci siamo più protetti, eravamo più stanchi e abbiamo subito di più ma credo che questo risultato sia giusto, anche se non accontenta nessuno”. Nel dopopartita di Atalanta-Inter il tecnico della squadra di casa Gian Piero Gasperini ammette che il risultato non lo soddisfa fino in fondo.

“Aver creato tre-quattro occasioni importanti contro l’Inter non è una cosa semplice – continua -. Non siamo riusciti a segnare ma va bene così. Barrow? E’ stato bravo, ha fatto un ottimo esordio: non era facile contro i centrali dell’Inter. E’ un nome che va segnalato, in Primavera ha fatto tantissimi gol e anche oggi ha dimostrato di saper vedere la porta”. Ma l’Atalanta non fa troppa fatica a trovare la rete? “Non credo – risponde Gasperini -, in questo girone di ritorno stiamo facendo meglio anche dell’andata e anche come gol fatti siamo in linea. Ci sono poi i periodi in cui bisogna creare molto per segnare e non si riesce a trovare la porta. Pareggio che rallenta la corsa per l’Europa League? Questo è un buon punto, la squadra sta bene e giocheremo le prossime gare con fiducia e convinzione. Dovremo vincere gli scontri diretti con Torino e Milan”.

Secondo il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti dice che “non c’è nessun problema davanti. Abbiamo giocato in un campo difficile contro una grande squadra: fisicamente e negli scontri uno contro uno l’Atalanta è la squadra più forte del campionato. Poi ognuno fa le sue valutazioni. Nel primo tempo siamo stati ‘sporchi’ quando recuperavamo la palla e l’Atalanta è stata molto brava a crearci difficoltà. Le volte che siamo riusciti a scambiare sulla trequarti, zona in cui anche Icardi deve partecipare, siamo riusciti a creare dei pericoli. Icardi ancora a secco? Voi guardate solo se Icardi e Perisic non segnano ma abbiamo creato e siamo stati in partita fino all’ultimo in un campo difficilissimo. Mauro non ha fatto gol ma è un problema vostro, la squadra ha creato quattro palle gol pulite, poi ognuno legge i dati che vuole. Abbiamo fatto due tiri nello specchio ma se siamo andati tre volte davanti al portiere e abbiamo tirato fuori allora le statistiche non rispecchiano la realtà. Poi a voi fa comodo leggere i numeri così perché fanno notizia. Il cambio di Rafinha? L’ho visto stanco”.

Per l’Inter parla anche Joao Miranda. “Penso siano due punti persi – dice il difensore brasiliano -, perché abbiamo avuto due o tre occasioni per segnare, ma non l’abbiamo fatto. In questo momento dobbiamo vincere, non dobbiamo giocare bene, perché mancano poche partite”.

Ma nell’Inter c’è preoccupazione per la corsa a un posto in Champions League? “Tranquilli no, perché è da tre o quattro partite che non vinciamo – risponde – e una squadra come la nostra deve per forza vincere tutte le partite”. Per l’Inter è stata la terza partita di fila senza segnare: che idea si è fatto Miranda? “Credo che tutti dobbiamo fare di più”.

 

 

Da YouTube