Europa League: Napoli e Inter ipotecano gli ottavi. Lazio ko in casa, servirà impresa a Siviglia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 febbraio 2019 22:38 | Ultimo aggiornamento: 14 febbraio 2019 23:26
Europa League: Napoli e Inter ipotecato gli ottavi. Lazio ko in casa, servirà impresa a Siviglia

Europa League, Zurigo-Napoli: i calciatori festeggiano la rete segnata da Callejon. Foto EPA/ENNIO LEANZA

ROMA – Gioie e dolori per le squadre italiane impegnate nei sedicesimi di finale di Europa League. Napoli e Inter hanno vinto in trasferta ipotecando la qualificazione agli ottavi di finale mentre la Lazio è crollata in casa contro il Siviglia e avrà bisogno di una impresa nella gara di ritorno per qualificarsi al prossimo turno. 

L’Inter non ha brillato sul campo del Rapid Vienna ma è riuscito a vincere grazie al suo nuovo trascinatore Lautaro Martinez. Il giovane attaccante ha rimpiazzato Icardi in tutto e per tutto. Si è guadagnato e ha trasformato il rigore decisivo. Anche l’altra testa di serie italiana, il Napoli, ha onorato al meglio il suo impegno vincendo facilmente in Svizzera contro lo Zurigo. Insigne, su assist di Milik,   Callejon, su assist di Malcuit, e Zielinski, su assist di Callejon, hanno finalizzato azioni corali del Napoli che hanno evidenziato la pochezza difensiva dello Zurigo. La bella serata del Napoli è stata rovinata solamente dalla notizia della maxi rissa tra le due tifoserie prima della partita di Europa League (qui il video).

Se Napoli e Inter festeggiano, c’è chi ha poco da sorridere dopo la sconfitta interna. La Lazio, priva della sua stella Ciro Immobile, è crollata in casa contro il Siviglia e ora ha bisogno di una impresa sportiva in Spagna per passare il turno contro un club che ha vinto 3 Europa League negli ultimi 5 anni. La Lazio ha giocato male e avrebbe potuto perdere anche con passivo maggiore. In attacco, Caicedo è stato impalpabile dopo i due gol da 6 punti complessivi segnati in campionato a Frosinone ed Empoli. 

Europa League, Lazio-Siviglia 0-1

GOL: Ben Yedder al 22′ (Siviglia)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Caicedo. A disp.: Proto, Luiz Felipe, Durmisi, Patric, Romulo, Badelj, Cataldi. All.: Inzaghi.

Indisponibili: Milinkovic, Wallace, Lukaku, Berisha, Immobile.
Squalificati: nessuno
Diffidati: Milinkovic

SIVIGLIA (3-5-2): Vaclik; Mercado, Kjaer, Sergi Gomez; Navas, Sarabia, Banega, Vazquez, Escudero; André Silva, Ben Yedder.
A disp: Juan Soriano, Promes, Gil, Rog, Amadou, Mesa, Munir. All. Pablo Machin.

Indisponibili: Gonalons, Nolito, Gnagnon, Vidal
Squalificati: Wöber
Diffidati: Banega, Roque Mesa, Promes, Vázquez

ARBITRO: Slavko Vinčić (Slovenia)
ASSISTENTI: Klančnik e Kovacic
IV UOMO: Kordež
ADDIZIONALI: Jug e Kajtazovic

Europa League, Rapid Vienna-Inter 0-1

GOL: Lautaro Martinez al 38′ su rigore (Inter)

RAPID VIENNA: 1 Strebinger; 19 Potzmann, 6 Sonnleitner, 20 Hofmann, 5 Bolingoli; 14 Grahovac, 8 Schwab; 97 Ivan, 23 Thurnwald, 39 Ljubicic; 9 Berisha
A disposizione: 21 Knoflach, 3 Muldur, 7 Schobesberger, 10 Murg, 15 Martic, 24 Auer, 28 Knasmullner
Allenatore: Dietmar Kuhbauer

INTER: 1 Handanovic; 21 Cedric, 6 de Vrij, 23 Miranda, 18 Asamoah; 20 Borja Valero, 8 Vecino; 16 Politano, 14 Nainggolan, 44 Perisic; 10 Lautaro
A disposizione: 27 Padelli, 13 Ranocchia, 33 D’Ambrosio, 60 Schirò, 64 Nolan, 65 Roric, 87 Candreva
Allenatore: Luciano Spalletti

Arbitro: Tobias Stieler
Assistenti: Mike Pickel, Christian Gittelmann
Arbitri d’area: Tobias Welz, Christian Dingert
IV uomo: Mark Borsch

 

Europa League, Zurigo-Napoli 1-3

GOL: Lorenzo Insigne al 12′ (Napoli), José Maria Callejon al 21′ (Napoli), Zielinski al 77′ (Napoli) e Kololli su rigore all’83’ (Zurigo)

ZURIGO (3-4-3): Brecher; Nef, Bangura, Maxso; Untersee, Domgioni, Kryeziu, Kharabadze; Winter, Odey, Kololli. ALLENATORE: Magnin.

NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski; Insigne, Milik. ALLENATORE: Ancelotti.

ARBITRO: Mazic (Serbia).