La mamma di Zaniolo risponde a Capello: “E’ un esempio per tantissimi ragazzini”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 24 Ottobre 2019 19:36 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2019 19:36
Zaniolo mamma Francesca Costa risponde Fabio Capello Instagram

Zaniolo con la mamma (foto Instagram)

ROMA – Nicolò Zaniolo è stato criticato da Fabio Capello ma è stato difesa a spada tratta dalla mamma Francesca Costa su Instagram: «A volte è meglio tacere, senza più parole». «Sarò pure tua madre ma la tua strada te la sei segnata da solo ed è un esempio per tantissimi ragazzini che ci scrivono ogni giorno inseguendo il tuo sogno e sperando di essere come te…».

  «Tu che per me dovresti essere e continuare a essere un esempio non una strada da evitare per tutti i tuoi coetanei, i più giovani e i più grandi…compreso il bravissimo Esposito…sperando che tutta questa campagna della quale non comprendo il motivo non ti destabilizzi…ti adoro».

Ecco cosa aveva detto Fabio Capello su Nicolò Zaniolo su Sky Sport. 

“Esposito? Non deve prendere la strada di Zaniolo”. Fabio Capello,al termine di Inter-Borussia Dortmund, dallo studio di Sky dà un consiglio al giovane talento dell’Inter e allo stesso tempo lancia una frecciatina a Zaniolo.

Zaniolo che, e questo va sottolineato, in passato era stato elogiato dallo stesso Capello: “La personalità, la forza e la qualità di Zaniolo – disse solo qualche mese fa – sono impressionanti. Va sempre davanti alla porta”.

Quindi Capello molto probabilmente ha voluto solo un po’ spronare il giovane talento della Roma.

Fabio Capello ha poi parlato in generale della partita dell’Inter:

“Candreva tiratissimo, ha perso anche dei kg, si sente coinvolto, partecipa. Un ottimo giocatore, bisogna dare merito a Conte che lo ha rigenerato. Partita diversa dell’Inter, non è andata a pressare ed è ripartita sapendo le difficoltà dei tedeschi di difendere”.

E ancora: “Era un test importante per capire il valore dell’Inter – ha spiegato Capello – Ha giocato con intensità e attenzione, squadra matura che gioca anche sull’avversario. Lautaro un mio pallino, l’anno scorso dicevano che sbagliava troppi gol, ma le occasioni se le creava. Non è più in contrapposizione a Icardi, ora segna. Piccolo neo il rigore sbagliato”.