Zeman: “Calcio femminile in Italia? Da noi le donne stanno in cucina…”. Carolina Morace si infuria

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Febbraio 2020 20:28 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2020 20:28
Zeman: "Calcio femminile in Italia? Da noi le donne stanno in cucina...". Carolina Morace si infuria

Zeman ha parlato del calcio femminile scatenando un mare di polemiche. Carolina Morace non l’ha presa bene… (foto Ansa)

ROMA – “Vediamo se il calcio femminile riuscirà a fare un passo in avanti, è un problema anche di cultura, di solito in Italia le donne stanno in cucina: non so se questo è grave, certo è che i maschi devono mangiare…”. Lo ha detto Zdenek Zeman, parlando a margine della cerimonia di premiazione della Panchina d’Oro oggi al centro tecnico federale di Coverciano.

    “Certamente – ha spiegato il tecnico boemo – il calcio femminile oggi è in grande sviluppo in Italia, ho visto la partecipazione dell’anno scorso al Mondiale. Speriamo vada sempre più avanti. In Italia c’è il problema del calcio maschile, le donne venivano sempre dietro nel calcio”.

Il botta e risposta tra Carolina Morace e Zeman sul calcio femminile. 

Carolina Morace ha risposto duramente a Zeman, le sue dichiarazioni sono riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Le parole di Zeman? Mi sembrano un’offesa più agli uomini che alle donne. Il vero problema è che ancora nel 2020 si sentono questi discorsi. Sono stata in Paesi come Canada e Australia e naturalmente questo tipo di discorsi non esiste.

Finché in Italia quando si va a vedere una gara invece di dire nome, ruolo, posizione in campo si penserà ad altro, rimarremo sempre un popolo di ignoranti e quindi ci metto anche Zeman dentro questa mentalità. Italia in ritardo? La mia generazione è stata due volte vice campione d’Europa, giocavamo bene, e allora mi chiedo: ma i dirigenti di allora non hanno capito che alla gente piaceva quel tipo di calcio?”.

La contro risposta di Zeman sempre alla Gazzetta dello Sport: “Non volevo offenderle, anzi… volevo dire l’esatto contrario. In Italia vengono viste così ma non è giusto perché il calcio femminile sta facendo enormi passi in avanti anche nel nostro Paese…” (fonti ANSA e La Gazzetta dello Sport).