shale gas

Shale gas, “troppo fracking provoca terremoti”: lo dice studio Usa anticipato dal WSJ

27 agosto 2013 16:36 - di Redazione Blitz

L’estrazione di “shale gas”, il “fracking” può provocare terremoti: lo dice uno studio americano, anticipato dal Wall Street Journal. Secondo i ricercatori Usa, che pubblicheranno il loro lavoro sulla rivista “Earth and planetary science letters”, la grande quantità di shale gas (in italiano gas di scisto) estratta nel sud del Texas dal giacimento dell’area «Eagle Ford shale» sarebbe responsabile di una serie di piccoli terremoti registrati nella zona. Causa dei mini-terremoti, secondo lo studio, è il “fracking” ovvero la frantumazione idraulica, il metodo con il quale viene estratto lo shale gas, perforazioni nella roccia verticali e poi orizzontali, nelle quali viene sparato un composto chimico che preme fortissimo contro le sabbie bituminose che contengono lo shale gas, le frantuma e le fa uscire dal pozzo di estrazione.