Calcio scommesse, sentenza stangata. Atalanta -6, Doni fuori tre anni e mezzo

Pubblicato il 9 Agosto 2011 14:32 | Ultimo aggiornamento: 9 Agosto 2011 15:21

Cristiano Doni (foto LaPresse)

ROMA – Atalanta penalizzata di sei punti, Doni fermato per tre anni e mezzo, Paoloni e Signor per cinque anni. Stangata per i tesserati doveva essere e stangata è stata. Mezza clemenza per i club doveva essere ma mezza clemenza non è stata.

Lo scandalo del calcioscommesse, dal 9 agosto 2011, ha ufficialmente i suoi primi colpevoli.  La Commissione disciplinare della Figc ha deciso e ha deciso praticamente senza sconti: pene pressoché uguali a quelle richieste dall’accusa per tutti i protagonisti principali dello scandalo.

Tesserati ed ex Tesserati. Pagano pesante mente, come da attese i calciatori ed ex calciatori coinvolti a cominciare dal capitano dell’Atalanta Cristiano Doni. Per lui il procuratore Federale Stefano Palazzi aveva chiesto una squalifica di 3 anni e mezzo. Squalifica che, almeno in primo grado, è arrivata per intero. Senza sconti come per il compagno di squadra di Doni, Thomas Manfredini, fermato per 3 anni come chiesto dalla procura.

Richieste di Palazzi accolte anche per due tra i principali protagonisti dell’inchiesta di Cremona. Cinque anni di squalifica per l’ex azzurro Beppe Signori ed altrettanti per Marco Paoloni, il portiere ex Cremonese e Benevento al centro delle indagini penali della Procura di Cremona.

L’elenco completo delle condanne dei tesserati:

– BELLAVISTA Antonio: squalifica per 5 anni, con preclusione

alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC;

– BRESSAN Mauro: squalifica per 3 anni e 6 mesi;

– BUFFONE Giorgio: inibizione per 5 anni, con preclusione alla

permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC;

– CIRIELLO Antonio: inibizione per 1 anno;

– DONI Cristiano: squalifica per 3 anni e 6 mesi;

– ERODIANI Massimo: squalifica per 5 anni, con preclusione alla

permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC;

– FABBRI Gianni: inibizione per 5 anni;

– GERVASONI Carlo: squalifica per 5 anni, con preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC;

– MANFREDINI Thomas: squalifica per 3 anni;

– PAOLONI Marco: squalifica per 5 anni, con preclusione allapermanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC;

– QUADRINI Daniele: squalifica per 1 anno;

– ROSSI Leonardo: squalifica per 1 anno;

– SANTONI Nicola: squalifica per 4 anni;

– SAVERINO Davide: squalifica per 3 anni;

– SIGNORI Giuseppe: squalifica per 5 anni, con preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC;

– SOMMESE Vincenzo: squalifica per 5 anni, con preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC;

– VELTRONI Giorgio: inibizione per 4 anni;

I club. L’Atalanta, squadra di A più a rischio (Palazzi aveva chiesto un -7) se la cava con uno sconto minimo e, almeno per ora, è destinata a partire nella prossima stagione con un -6 in classifica.

E’ andata male anche all’Ascoli che dovrà cominciare la prossima serie B con sei punti di handicap.  Nove punti di penalizzazione sono stati inflitti al Benevento, mentre l’Alessandria e’ stata punita con la retrocessione all’ultimo posto in classifica nel campionato di competenza 2010-11.

-U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 S.r.l.: retrocessione all’ultimo posto in classifica nel campionato di competenza (campionato 2010-2011);

– ASCOLI CALCIO 1898 S.p.a.: penalizzazione di 6 punti in classifica da scontare nel campionato 2011-2012 e ammenda di euro 50.000,00;

– ATALANTA BERGAMASCA CALCIO: penalizzazione di 6 punti in classifica da scontare nel campionato 2011-12;

– BENEVENTO CALCIO S.p.a.: penalizzazione di 9 punti in classifica da scontare nel campionato 2011-12 e ammenda di euro 30.000,00;

– U.S. CREMONESE S.p.a.: penalizzazione di 6 punti in classifica da scontare nel campionato 2011-12 e ammenda di euro 30.000,00;

– A.S.D. CUS CHIETI: penalizzazione di 1 punto in classifica da scontare nel campionato 2011-12 e ammenda di euro 4.500,00;

– F.C. ESPERIA VIAREGGIO S.r.l.: penalizzazione di 1 punto in classifica da scontare nel campionato 2011-12;

– HELLAS VERONA F.C. S.p.a.: ammenda di euro 20.000,00;

– PIACENZA F.C. S.p.a.: penalizzazione di 4 punti in classifica da scontare nel campionato 2011-2012 e ammenda di euro 50.000,00;

– A.S.D. PINO DI MATTEO C5: penalizzazione di 8 punti in classifica da scontare nel campionato 2011-2012 e ammenda di euro 1.000,00;

– CALCIO PORTOGRUARO SUMMAGA S.r.l.: ammenda di euro 20.000,00;

– RAVENNA CALCIO S.r.l.: esclusione dal campionato di competenza con assegnazione da parte del Consiglio federale a uno dei campionati di categoria inferiore e ammenda di euro 50.000,00;

– ASS. REGGIANA 1919 S.p.a.: penalizzazione di 2 punti in classifica da scontare nel campionato 2011-2012;

– U.S. SASSUOLO CALCIO S.r.l.: ammenda di euro 20.000,00;

– SPEZIA CALCIO S.r.l.: penalizzazione di 1 punto in classifica da scontare nel campionato 2011-2012;

– A.S. TARANTO CALCIO S.r.l.: penalizzazione di 1 punto in classifica da scontare nel campionato 2011-2012;

– VIRTUS ENTELLA S.r.l.: ammenda di euro 15.000,00.