Eluana Englaro: veglia teatrale a Udine, presente Beppino

Pubblicato il 9 Febbraio 2010 22:03 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2010 22:03

È andata in scena questa sera a Udine la Veglia teatrale dedicata alla vicenda di Eluana Englaro e intitolata Una questione di vita e di morte, proposta da Ultima Luna-Teatro Invito per la regia di Luca Radaelli a un anno dalla morte della giovane donna, avvenuta nel capoluogo friulano il 9 febbraio 2009.

Allo spettacolo-concerto, presentato nella rassegna di teatro civile Akropolis del Teatro Club Udine, in sinergia con l’amministrazione comunale, hanno assistito il papà di Eluana Beppino Englaro, l’anestesista che eseguì il protocollo Amato De Monte e il sindaco di Udine, Furio Honsell.

Sul palcoscenico l’attore e autore Radaelli con l’accompagnamento musicale di Marco Belcastro, per raccontare “un percorso di laica spiritualità dentro il calvario affrontato da Eluana e dalla sua famiglia”.

Il lavoro – presentato in anteprima a Milano – prende spunto dal libro “La libertà e la vita”, scritto da Beppino Englaro in collaborazione con Elena Nave per i tipi della Rizzoli.

La “veglia” è un intarsio di canti, letture e brani poetici, costruito con l’intento di invitare il pubblico a una meditazione profonda sulla vita e sulla morte, sulla scorta delle parole di Dante, Shakespeare e Sofocle e delle canzoni di Guccini, De André, Giovanna Marini, Stephen Stills, Robert Wyatt.