Hello Kitty star in scena a Milano

Pubblicato il 10 Febbraio 2010 0:50 | Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio 2010 0:50

Hello Kitty ha fatto il suo debutto mondiale sul palcoscenico questa sera al Teatro Nuovo di Milano, applaudita da una sala gremita di bambine ma anche di genitori pronti ad appassionarsi a questo ‘show di una favola moderna’.

Lo spettacolo, a Milano fino al 28 febbraio, era atteso da decine di piccole spettatrici molte delle quali indossavano vestiti con impresso l’inconfondibile marchio della gattina giapponese.

Fra il pubblico non mancavano però ragazzi più grandi e adulti oltre ad una lunga lista di volti noti del mondo della televisione che sono stati accolti all’ingresso dai flash dei fotografi. Una su tutti Simona Ventura, che ha accompagnato la figlia Caterina «pazza per questo personaggio tanto da non poter rinunciare a questa serata indimenticabile», ha detto. Oltre a lei Cristina Chiabotto, Ana Laura Ribas, Ludmilla Radchenko e Jo Squillo, secondo cui «Hello Kitty è come una ragazzina irriverente, punk e ribelle».

Un’atmosfera dai contorni un pò Cyber-punk ha in effetti accompagnato l’apertura dello spettacolo, un’esplosione di musica elettronica martellante e coreografie energiche in cui il colore dominante era rigorosamente il rosa.

Dopo la comparsa delle tre protagonista, Mia, Sally e Tania, ha fatto il suo ingresso in scena fra gli applausi anche la superstar della serata Hello Kitty, interpretata da un’attrice in carne ed ossa in grado di parlare e interagire con gli altri personaggi.

Fra qualche problema tecnico e l’esitazione iniziale di un microfono, fra cambi di scenografia, musiche accattivanti e performance di ballo e canto sia in italiano che in inglese, le tre fanciulle hanno vissuto e fatto vivere al pubblico un’avventura alla conquista dei loro sogni aiutate e consigliate dalla dolce gattina. Per poter realizzare i loro obiettivi le ragazze hanno però dovuto affrontare il grigio mondo di Minimaltropolis, luogo dell’omologazione e dell’assenza di colore, prima del classico lieto fine che ci si attende da questa favola moderna.

L’Hello Kitty Show ha alle spalle una produzione completamente italiana con un investimento iniziale di 3 milioni di euro, che però punta anche all’estero: dopo le repliche milanesi (che hanno già venduto 10 mila biglietti in prevendita) e dopo i tre mesi di tour in giro per l’Italia, lo spettacolo si preparerà infatti a varcare i confini nazionali.