Regionali, Ottavio Sanna (Acli): Passo indietro di candidati indagati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Novembre 2013 - 22:04 OLTRE 6 MESI FA
Ottavio Sanna, presidente Acli

Ottavio Sanna, presidente Acli

CAGLIARI – Politica e questione morale: la teoria del passo indietro per i candidati indagati vale anche per le Acli. Lo ha spiegato il presidente regionale Ottavio Sanna, presentando la sesta edizione della Scuola di formazione politico sociali, intitolata “Riformare la Sardegna per alimentare la speranza” in programma a partire dal 29 novembre con quattro sessioni che dovrebbero andare avanti sino a febbraio 2014.

Ha detto Ottavio Sanna

“Il discorso vale per tutti da destra a sinistra: non chiediamo di scomparire, ma di attendere gli esiti dei processi”.

Il candidato ideale, secondo le Acli, dovrà essere

“dinamico, avere capacità di relazionarsi con l’Europa e conoscenza anche di come si vive fuori dalla Sardegna, attivo nel palazzo regionale”.

Ottavio Sanna ha sottolineato:

“serve un cambiamento: abbiamo bisogno di una riforma delle politica sarda fuori dalle solite rappresentanze di partito modellate spesso in chiave nazionale”.

Alla domanda se il profilo tracciato corrisponda a quello di don Ettore Cannavera Ottavio Sanna ha replicato:

“Noi non proponiamo nomi ma, anche se non come candidato presidente, don Cannavera è una di quelle persone che può sicuramente dare un contributo”.