25 luglio ’43, Mussolini cade: ritrovato il verbale del Gran Consiglio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Luglio 2013 6:00 | Ultimo aggiornamento: 18 Luglio 2013 19:38
25 luglio '43, Mussolini cade: ritrovato il verbale del Gran Consiglio

25 luglio ’43, Mussolini cade: ritrovato il verbale del Gran Consiglio

ROMA –  25 luglio ’43, Mussolini cade: ritrovato il verbale del Gran Consiglio. Alle 3 del mattino del 25 luglio 1943 venne approvato l’ordine del giorno firmato Dino Grandi (con 19 voti su 28).: siamo al Gran Consiglio del Fascismo, è l’atto di giubilazione del suo capo assoluto per venti anni. Mussolini è caduto.  La mattina il Duce acconsente a recarsi a Villa Savoia per incontrare il re: il pomeriggio alle 17 verrà arrestato dai carabinieri.

Oggi il documento originale, il verbale di quella notte decisiva è stato ritrovato. Domani 19 luglio, dopo 70 anni esatti, sarà mostrato per la prima volta in assoluto al pubblico nel documentario ”Mussolini, 25 luglio 1943: la caduta”, in onda alle 21.05, su Rai 3, per il ciclo ‘La grande storia’: si tratta del verbale del Gran Consiglio del Fascismo che portò alla destituzione e al successivo arresto del Duce.

Il documentario, realizzato da Fabio Toncelli e prodotto dalla SD Cinematografica, racconta cosa accadde dietro le quinte in quei giorni, mostrando immagini d’archivio a colori, prove, intercettazioni telefoniche e testimonianze inedite sulla incredibile serie di complicità insospettabili e trame segrete che portarono alla fine del fascismo.

5 x 1000

Tra le testimonianze risalta quella dell’amico e confessore di Dino Grandi, l’autore dell’ordine del giorno che mise in minoranza il Duce, e di uno dei partecipanti ad un complotto per uccidere Hitler e Mussolini pochi giorni prima della caduta. Dal racconto del documentario emerge la possibile identità di un congiurato che finora era rimasto nell’ombra, forse l’unico che fu sempre al corrente di tutto e che cercò di pilotare gli eventi a suo favore. Il documentario è il prequel di ”Liberate il Duce!”, dello stesso autore, già trasmesso con successo da ‘La Grande Storia’