Adam: “Se il Governo non mi dà la cittadinanza, io resto sempre italiano” VIDEO

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 27 marzo 2019 15:41 | Ultimo aggiornamento: 27 marzo 2019 15:45
Adam: "Se il Governo non mi dà la cittadinanza, io resto sempre italiano"

Adam: “Se il Governo non mi dà la cittadinanza, io resto sempre italiano”

ROMA – Il piccolo Adam ha le già le idee molto chiare. L’altro eroe del bus di San Donato Milanese che è riuscito insieme a Ramy ad avvertire i Carabinieri durante il sabotaggio del mezzo da parte di Ousseynou Sy, è in collegamento con DiMartedì su La7.

Giovanni Floris parla con il 13enne sulla concessione della cittadinanza italiana: “Sono già italiano, vivo qui, tifo Milan” risponde Adam, dimostrando un’enorme maturità. Che poi prosegue: “Sarebbe meglio avere la cittadinanza, sta al governo decidere, ma se non me la danno, io sono sempre italiano”. 

Seguono delle battute sul calcio a cui Adam risponde sicuro di sé e con il suo fortissimo accento milanese. A parlare è anche sua mamma e suo papà, ma la vera star è lui. E in studio tutti apprezzano le sue parole. 

Della vicenda cittadinanza aveva parlato ieri, martedì 26 marzo, anche l’avvocato della sua famiglia, Antonino Ennio Andronico. Il legale aveva voluto precisare che, dopo “la richiesta di cittadinanza formulata da Ramy Shehata per sé e la propria famiglia”, la famiglia di Adam “non ha mai inteso chiedere e non richiedono nulla per se stessa”.

“Allo stesso tempo i signori Kalid e Hasnaa El Hamami (i genitori di Adam di origine marocchina ndr) – aveva spiegato l’avvocato all’Ansa -, chiedono semplicemente che le Autorità considerino il comportamento eroico di Adam, il quale a sprezzo del pericolo ha contattato telefonicamente i carabinieri nel corso del sequestro per dare la posizione esatta dell’autobus declinando il proprio nome e cognome e contribuendo a salvare se stesso e i propri compagni di classe, quale “eminente servizio reso all’Italia” ai sensi dell’articolo 9 comma 2 della legge 91/1992 in quanto tale meritevole della concessione della cittadinanza italiana”.

Fonte: La7, Ansa