“Adrian”, Adriano Celentano entra in studio: “Cosa bisogna cambiare? I coglioni”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 gennaio 2019 8:24 | Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2019 8:24
"Adrian", Adriano Celentano entra in studio: "Cosa bisogna cambiare? I coglioni"

“Adrian”, Adriano Celentano entra in studio: “Cosa bisogna cambiare? I coglioni”

ROMA – Ma alla fine c’è stato o no lo show prima della messa in onda della prima puntata di “Adrian”? Lo show c’è stato ma chi si aspettava qualcosa di spettacolare… si è dovuto arrendere. 

Nella prima mezzora Nino Frassica e Francesco Scali (il Pippo di “Don Matteo”) nelle vesti di due preti hanno selezionato i cittadini meritevoli di salire sull’Arca “per contribuire a costruire un futuro migliore grazie alla bellezza di cui sono portatori”.

 La scenografia in studio è più o meno la stessa degli altri show del “molleggiato“. Una piazzetta di paese, un tavolo dove qualcuno gioca a carte e un bar.

Tra i vari candidati per l’arca c’è Tarcisio che vuol passare perché “sono una persona gentile anche con quelli che mi fanno arrabbiare e credo che la mia presenza possa contribuire a costruire un mondo migliore”, c’è Margherita che vorrebbe “entrare nel mondo dello spettacolo” e poiché alle domande “sai ballare? sai recitare? sai cantare?” risponde sempre “no”, secondo i frati è “perfetta per la televisione”.

“Ho capito perché avete pagato per entrare in teatro – tuona Natalino Balasso – per non restare a casa vostra. Come quei reality dove c’è un gruppo di psicopatici che lottano per non essere eliminati, perché la condanna è tornare a casa loro. La vostra condanna è tornare a casa vostra e sentire gli spot di Celentano. Con le porte blindate. La mania della sicurezza. In Italia la gran parte degli omicidi avviene in famiglia, altro che porte blindate, lasciate le porte aperte, lasciatevi una via di fuga”. 

Poi Celentano entra in scena tra tuoni e lampi. “Quando non c’è non c’è ma quando c’è rompe i coglioni” scherza Balasso. “Qualcosa bisogna cambiare” dice Celentano che, come al solito, si prende una paura. E alla fine sentenzia. Cosa bisogna cambiare? “I coglioni”.