Adriano Celentano sta con le Sardine: “Sono sorprendenti. Se in Emilia si sbaglia a votare…”

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Gennaio 2020 10:31 | Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio 2020 10:36
adriano celentano sta con le sardine

Adriano Celentano sta con le Sardine: “Sono sorprendenti. Se in Emilia si sbaglia a votare…”

ROMA – “Se in Emilia Romagna sbagliano a votare, succede un disastro”. Adriano Celentano pubblica un video in cui rende pubblico il suo endorsement per il movimento nato per reagire all’ondata sovranista che avanza anche nella regione governata da Bonaccini.

Nel video si vedono alcune immagini tratte dal programma Adrian andato in onda su Canale 5. Questa le frasi apparse nel programma che Celentano ha citato: “inesistenti credono nella forza della bellezza”, “non si arrabbiano neanche quando si incazzano, però quando lo fanno non lo fanno mai in modo prevedibile o caramelloso, ma in maniera sorprendente”. Con lui c’è l’attrice Ilenia Pastorelli. Poi appare la scritta in sovraimpressione che è un vero e proprio endorsement: “Gli inesistenti li riconosci dai loro ridenti propositi….Amano gli animali e….non  di rado, esprimono simpatia per le Sardine“.

Sardine, a marzo il libro scritto dai fondatori 

“Le sardine non esistono”. I quattro fondatori del movimento (Andrea Garreffa, Roberto Morotti, Mattia Santori e Giulia Trappoloni) hanno realizzato un libro che sarà in libreria a marzo per Einaudi Stile Libero. Il volume è il frutto delle domande, degli spunti, delle speranze di chi sta tornando a vivere le città, le strade e la natura come spazi di libertà. Descrive un perimetro di valori e principi fondamentali, come la solidarietà, la tutela dell’ambiente, il rispetto del prossimo, i diritti, l’inclusione, la non-violenza, l’antifascismo. E fa i conti con un’esigenza viscerale e rivoluzionaria nel nostro presente minacciato dal populismo: quella dell’ascolto.

“Siamo tanti. Non importa se ci chiamano sardine. Potevamo essere storioni, salmoni o stambecchi. La verità è che siamo persone: migliaia di cittadini di ogni età che stanno riempiendo piazze, strade e sentieri dell’Italia intera. Tutto è successo grazie a un bisogno condiviso di tornare a sentirsi liberi di esprimere pacificamente un pensiero.”

Fonte: Ansa, Repubblica, Clan Celentano