Al Bano: “Ylenia? C’era una scia velenosa nel suo destino”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Settembre 2019 22:53 | Ultimo aggiornamento: 27 Settembre 2019 22:53
Al Bano, Ansa

Al Bano (foto Ansa)

ROMA –  Al Bano, nel documentario a lui dedicato da Canale 5, ha parlato anche della scomparsa di Ylenia Carrisi: “Ylenia era di grande affetto, ma aveva le sue idee. La capivo, perché anche io ero come lei. Siamo passati da una fase di completa armonia e felicità. Amavamo fare le stesse cose”.

“Nel caso di mia figlia – continua – il destino ha avuto una parola violenta nei miei confronti. Ho visto esattamente quello che stava succedendo nella sua vita e giuro che ho fatto di tutto per sviare la legge del destino. Ho fatto tutto quello che c’era da fare per bloccare quella scia velenosa di quel destino che stava arrivando. Lì come padre ho perso. Mi è stata data una bella gioia quando è nata e un grande dolore da quando non c’è più”.

Parlando di Ylenia, Al Bano qualche tempo fa rivelò al settimanale Oggi un aneddoto: “Ho pensato a Ylenia. La prima volta che venimmo a Mosca arrivammo con lei, che amava questa città. Stavamo in un hotel attaccato alla Piazza Rossa. Stamattina, quando ci siamo tornati, il mio pensiero è stato per lei. In un mese imparò a parlare e scrivere in russo parlava e scriveva correttamente in cinque lingue. Amava passeggiare la sera e la notte nella Piazza Rossa e oggi ci sono tornato volentieri perché mi sono sentito accanto a lei. Era un piccolo genio, Ylenia”.

Fonte: Canale 5.