Alba Parietti e il rapporto speciale con Ezio Bosso: “Sono sedotta in maniera totale”

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Dicembre 2019 11:06 | Ultimo aggiornamento: 26 Dicembre 2019 11:06
ezio bosso foto ansa

Ezio Bosso (Ansa)

ROMA – Ezio Bosso e Alba Parietti hanno un rapporto speciale. A raccontarlo nelle scorse settimane era stata la conduttrice che in più occasioni ha dichiarato di esserne profondamente attratta dal musicista tornato in onda la sera di Natale su Rai Tre con il suo “Che storia è la musica”.

Le parole della Parietti avevano fatto diffondere una voce su una presunta love story tra i due. La conduttrice, al programma radiofonico I Lunatici aveva spiegato il modo in cui è attratta da Bosso:Sono stata sedotta in maniera totale…”.

Alla domanda diretta se ci fosse in corso una storia d’amore, Alba Parietti aveva risposto: “Potrei rispondere di sì, potrei rispondere di no, è una persona che conosco, a cui sono molto affezionata, di cui ho una enorme stima e una venerazione per tutte le emozioni che è in grado di dare”. Poi aveva proseguito: “Di un uomo così ci si può innamorare follemente, questo è un mio singolo giudizio, io mi innamoro spesso di ciò che mi emoziona”. Infine aveva chiosato: “Posso innamorarmi di Bosso, di Camilleri, potrei innamorarmi di un ventenne come di un centenario se il suo pensiero riesce ad affascinarmi”.

Anche nella trasmissione Belve, Alba si era pronunciata sul particolare feeling condiviso con il compositore. “È stata una grande fascinazione e io sono stata sedotta in una maniera totale da questo uomo che ho trovato irresistibile. È un grandissimo, immenso artista ed è un uomo che ha una capacità seduttiva immensa”, aveva concluso. 

Ezio Bosso in tv la sera di Natale: “La musica lenisce tutti i dolori”

Dopo il successo a giugno scorso, quando incollò davanti alla tv più di un milione di spettatori su Rai3, il maestro Ezio Bosso raccoglie nuovamente la sfida con “Che storia è la musica”, serata evento andata in onda il giorno di Natale alle 21.20 su RaiTre. Dopo Beethoven, stavolta il racconto si è sviluppato sulla vita e il genio di Cajkovskij, avvicinando il pubblico alla sesta sinfonia, la celebre “Patetica”.

 A intervallare il racconto ci sono stati diversi ospiti: da Corrado Augias a Diego Bianchi, passando per Max Tortora, Mario Tozzi, Igor Cassina. “Ogni ospite entra personaggio ed esce persona – ha detto Bosso nei giorni scorsi – perché la musica emoziona e spoglia di tutte le maschere. La mia maschera è la bacchetta, che nasconde il dolore. Bisogna lasciarsi guidare dalla musica che è in grado di lenire tutti i dolori”.

Che storia è la musica è stato registrato al Teatro dell’Unione di Viterbo ed ha visto protagonista, accanto a Bosso, l’Orchestra Europa Filarmonica, da lui fondata e per l’occasione arricchita dai giovani dell’Orchestra Filarmonica di Benevento, e il Coro Filarmonico Rossini di Pesaro.

Fonte: Ansa