tv

Alberico Lemme: “Le donne come la Boldrini fanno solo danni”

Alberico-Lemme

Alberico Lemme

ROMA – “Trump? Mi ha copiato dicendo che è un genio. Io l’ho detto prima, sono un genio.  Siamo in due al mondo. E voglio fare il Ministro della Sanità del prossimo governo, con chiunque. Metto a posto tutta l’Italia e faccio risparmiare ventidue miliardi allo Stato italiano. In più non voglio neanche l’auto blu, perché vado in giro con la mia Porsche e faccio risparmiare”. Alberico Lemme, il farmacista e dietologo di Desio diventato star televisiva, si scatena a La Zanzara su Radio 24.

“Scusate, ma tra me e la Boldrini – dice Lemme – non c’è storia. Lei è una testa di donna, essendo femmina che ci possiamo cavare? Un ragno dal buco. Le femmine fanno solo danni, datemi retta. Meno donne entreranno in Parlamento meglio è. In Italia ci vogliono i maschi in Parlamento. Lasciamo perdere le femmine, basta con queste donne. In qualsiasi governo io sono a disposizione gratuitamente”.

Poi attacca la cantante Arisa, che si sarebbe rivolta a lui per dimagrire: “Arisa è venuta da me un po’ di tempo fa. Poi l’ho espulsa dal programma perché non mi seguiva. Voleva i soldi indietro, ma te li do in mezzo agli occhi i soldi, testa di donna che non sei altro. Ma stiamo scherzando? E’ venuta da me per dimagrire, ha fatto circa dieci giorni di cura, è dimagrita, ma dopo dieci giorni non voleva mangiarsi le cipolle a colazione, voleva mangiare quello che voleva, quindi è stata espulsa dall’Accademia di Filosofia Alimentare di Lemme. Rivoleva indietro 244 euro, una miseria, ma non glieli ho ridati e non glieli ridarò”.

Poi dice di consigliare una dieta diversa se uno è gay o etero: “Si, faccio delle differenze. Il mio percorso alimentare è in funzione ormonale. C’è il maschio, la femmina e il così così, cioè l’omosessuale. E’ come fosse una donna ed è risaputo che la maggior parte dei gay ha il livello del testosterone basso. Hanno gli estrogeni un pochettino più alti. Me lo dicono direttamente loro se sono omosessuali. Sanno che io non discrimino nessuno. Se uno è omosessuale gli devo fare una cura diversa perché ha ormoni diversi. Fare un esempio? La donna in periodo mestruale è intrattabile. Quindi bisogna darle cioccolato e spaghetti al cacao. Quindi consiglio anche al gay la stessa cosa. E dico una cosa: la donna è cattiva perché è femmina, mentre l’omosessuale è cattivo perché è cattivo. L’omosessuale è cattivo, veramente cattivo. Molto più cattivo della donna. Poi ci sono anche omosessuali buoni, per carità…”.

E quindi Lemme parla di politica, immigrati e rom: “Io sono ricco e la povertà è una scelta. I poveri non hanno voglia di lavorare. Andate a lavorare se volete diventare ricchi, come faccio io. Non sopporto i poveri, perché sono sfaticati ed hanno scelto di essere poveri. Non li sopporto proprio. A 12 anni ho scelto di fare il ricco e sono diventato ricco. La povertà è una scelta, stampatevelo bene in mente. I poveri mi fanno schifo perché non hanno voglia di lavorare, bivaccano dalla mattina alla sera. Andate a lavorare, poveri! Nessuno vuole venire a lavorare, sono due anni che faccio colloqui”.

Sugli immigrati: “Non devono prendere nemmeno un euro. I clandestini vanno lasciati a casa loro, non vanno aiutati. Non li aiuterei per niente al mondo. Gli emigrati sono disertori, devono rimanere in patria a combattere come abbiamo fatto noi, i nostri padri e nonni. Loro scappano e vengono qui a chiedere soldi, ma stiamo scherzando? Coi barconi cosa facciamo? Lasciamoli in mezzo al mare. Se affondano? Cazzi loro. Chi glielo ha detto di andare in giro col maltempo coi barconi? Io non salvo niente, nuota se vuoi salvarti. I bambini? Ma che ci fanno in mezzo al mare d’inverno, sati a casa tua…Tutti gli italiani la pensano come me”.

Poi sui rom: “Devono pagare l’affitto come fanno tutti gli altri. I campi rom sicuramente vanno smantellati.  Ma dobbiamo mantenere noi sta fetenzia umana? La maggior parte sono ladri,  se uno non lavora come fa a campare? Devono per forza rubare.  Culturalmente non sono propensi al lavoro. E’ molto più semplice fare l’elemosina o rubacchiare a destra e sinistra”.

Quindi il finale: “Con la fama trombo di più, e ho più possibilità di scelta. Prima dovevi accontentarti di ciò che offriva il mercato, adesso posso scegliere. Le donne servono solo per procreare, non servono a nient’altro. Se non procreano, hanno fallito in tutto. La donna è un essere inferiore. Tra la signora e la scimmia l’unica differenza è il pelo”.

To Top