Alda D’Eusanio: “Perché Milano vive nel progresso e Roma nel degrado?”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Agosto 2019 15:21 | Ultimo aggiornamento: 6 Agosto 2019 15:21
alda d'eusanio roma milano

lda D’Eusanio ad Agorà

ROMA – Alda D’Eusanio, ospite ad Agorà Estate su Rai 3, risponde alla conduttrice che s’interroga sulle differenze tra Milano e Roma, tra il Nord che funziona e il Sud che, invece, arranca. E la D’Eusanio picchia durissimo: “Non si capisce come mai per esempio Milano funziona e Roma no. Come mai Milano diventa la città rappresentativa dell’Italia, che sta bene del progresso, mentre Roma diventa la città del degrado totale, il peggio che si possa avere? È un fatto culturale – sottolinea senza farsi troppi problemi -. Investimenti? In Sicilia i soldi ci sono, ne prendono moltissimi e vengono usati malissimo. C’è un fatto culturale che va detto e non va nascosto: al Sud non funziona quasi nulla perché non ci sono investimenti. Chi investe dove non ci sono strutture e strade?”, conclude.

Recentemente Alda D’Eusanio aveva risposto a tono a Marco Baldini .”Questa – raccontava Baldini – è una patologia riconosciuta, si chiama ludopatia. Sono stato in analisi e hanno capito che nasceva da un disagio psicologico più profondo. Questo non mi scagiona dalle mie responsabilità. Però prendersela con una persona che soffre di ludopatia è come prendersela con uno che soffre di alcolismo. […] Il lato più drammatico di una dipendenza del genere non sono i soldi persi ma l’affetto, la stima, il talento persi. A me dei soldi non importa niente. Vado nelle scuole a raccontare ai ragazzi quali sono i rischi della ludopatia. Sai perché quando mi invitano per questo argomento ora vado volentieri? Perché voglio essere un esempio. Voglio dire: ‘Ragazzi occhio, se cadete in questo tunnel poi perdete tutto come è successo a me'”. 

Alda D’Eusanio, ospite anche lei in studio da Barbara D’Urso, non mostra pietà con Baldini: “Marco non puoi rovinare tutto. Non mi fai pena, il tuo male ammazza tutti gli altri. Hai avuto una moglie e amici che ti hanno adorato e li hai fatti scappare tutti. Curati…Ci sono delle cliniche”.

“Sto cercando di recuperare gli amici e gli affetti – prova a spiegarle Baldini – vado nelle scuole a parlare del rischio della ludopatia. Voglio essere un esempio per dire che se cadete in questo tunnel poi perdete tutto”. Ma la D’Eusanio resta ferma sulla sua posizione: “Se ti vuoi impiccare sei libero di farlo, ovviamente ti direi di non farlo, ma basta con il pietismo. Quando Baldini si presenta come persona redenta io non riesco a credergli”. (Fonte: Agorà e Live – Non è la d’Urso).