tv

Aldo Grasso “rimanda” Geppi Cucciari: “Per un pugno di libri” non convince

Aldo Grasso "rimanda" Geppi Cucciari: "Per un pugno di libri" non convince

Aldo Grasso “rimanda” Geppi Cucciari: “Per un pugno di libri” non convince

ROMA – Aldo Grasso “rimanda a settembre” Geppi Cucciari, nel suo ruolo di conduttrice di “Per un pugno di libri”, (ogni sabato su Raitre, ore 16:50).

Nelle pagelle del critico televisivo del Corriere della Sera Geppi Cucciari è stata quasi sempre nella colonna dei “promossi”, ma stavolta

“Salvate Geppi Cucciari! A qualcuno, un po’ di tempo fa, è venuta l’idea di trasformarla nel volto dell’intrattenimento intelligente: nei preserali alternativi, nei programmi sull’arte, nei tentativi di divulgazione letteraria, ci si affida a Geppi per sdrammatizzare, per evitare l’effetto paludato. Ma sarà proprio questa la strada giusta per lei, che ha mosso i primi passi sul palco di «Zelig» e si è comportata bene come ospite su quello di Sanremo? È iniziata su Raitre la nuova stagione di Per un pugno di libri, la storica trasmissione che, ormai molti anni fa, si è inventata un nuovo modo di raccontare i libri in tv, attraverso una sfida a premi tra due licei d’Italia.

Lo show è stato spostato dalla sua tradizionale collocazione domenicale al pomeriggio del sabato (ore 16.50), e non si sa quanto questa scelta gli possa giovare. […] Come si era già visto in altri programmi, soprattutto nello sfortunato «G’Day» su La7, Geppi è bravissima quando può mostrare il suo talento nell’improvvisazione, nella rapidità degli scambi ironici con gli ospiti, mentre fatica di più nel ruolo di conduttrice pura, che in fondo non valorizza le sue capacità. I suoi momenti migliori a Per un pugno di libri sono proprio quelli fuori copione, in cui esce dalle rotaie del «format» e ha modo di essere se stessa, rendendo quasi trasparente tutto il resto: compresi i liceali, persino i grandi romanzi”.

To Top