Ad Aldo Grasso ‘Potere’ di Lucia Annunziata non piace: “Intervistare è diverso da condurre”

Pubblicato il 21 Aprile 2011 - 14:04| Aggiornato il 22 Aprile 2011 OLTRE 6 MESI FA

Lucia Annunziata

ROMA – Ad Aldo grasso il programma “Potere” condotto da Lucia Annunziata su RaiTre non è piaciuto proprio.

La trasmissione va in onda in seconda serata per sei puntate e nasce con l’intento di svelare il rapporto tra potere e ricchezza partendo da un “teorema” preciso: la ricchezza è l’elemento peculiare della Seconda Repubblica, è entrata nella politica e la politica produce ricchezza anche per sé.

Il programma condotto da Lucia Annunziata però, si è rivelato un mezzo flop di ascolti. Il critico del Corriere, nella sua rubrica “Televisioni” presente all’interno del sito del giornale spiega che “Potere” è un programma troppo generico. Spiega il critico: “La tv non sopporta l’astratto. In ‘Potere’ manca un soggetto e non c’è narrazione”.

“Intervistare – aggiunge Aldo Grasso – è diverso da condurre”.

La prima puntata del 28 marzo scorso ha ottenuto solo il 5,8% di share con un milione 213mila spettatori malgrado in studio ci fossero Gianantonio Stella e Sergio Rizzo a presentare il film “Silvio Forever”. Rai Tre infatti, a quell’ora normalmente fa più ascolti.