Alessandra Cantini contro Vladimir Luxuria da Chiambretti: “Non sei una donna, non puoi parlare”

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 dicembre 2018 14:09 | Ultimo aggiornamento: 6 dicembre 2018 14:30
Alessandra Cantini contro Vladimir Luxuria da Chiambretti: "Non sei una donna, non puoi parlare"

Alessandra Cantini contro Vladimir Luxuria da Chiambretti: “Non sei una donna, non puoi parlare”

ROMA – Lite in diretta a CR4, la Repubblica delle donne, il programma condotto da Piero Chiambretti. A scontrarsi la scrittrice livornese porno-soft Alessandra Cantini, ex candidata di Forza Italia, e l’ex parlamentare Vladimir Luxuria, protagoniste della rubrica Quello che le donne non dicono.

Cantini ha esordito mostrando, sotto la giacca, una maglietta con la scritta “Kiss my ass”. Chiambretti è intervenuto e le ha detto di rimettersi la giacca: “Quell’immagine non piace al Vaticano e a chi guarda la trasmissione. L’invito se lo tenga per lei. Volevo chiederle come i suo i genitori, suo padre è un avvocato, hanno preso le sue performance qui”, le ha domandato poi il conduttore.

E Cantini: “Sono contenti che in televisione ci sia approdata, ma in generale vale il percorso perché pensavano combattessi contro i mulini al vento, fossi una visionaria, pensavano che dovessi fare un lavoro normale. E invece mi sono dimenticata di presentarmi al concorso diplomatico. È stata una gravidanza finché non sono approdata qua e adesso mi danno ragione: il mio c**o ha un significato politico”.

Quindi è partito lo scontro con Luxuria. La Cantini sostiene che i diritti politici non servano, che le quote siano discriminatorie e che una donna possa arrivare al potere come vuole, anche andando a letto con qualcuno.

Luxuria replica sostenendo che molti uomini occupano posti di potere non per merito, e che sia uomini sia donne dovrebbero guadagnarsi il posto e avere parità di retribuzione. E poi, di fronte ad altre affermazioni della scrittrice, dice: “Le sue sono idee vetuste. Il suo non è fine del femminismo, ma inizio del maschilismo. Io ricordo Rita Levi Montalcini, Marie Curie e Rosa Parks”.

A quel punto Cantini attacca passando a ben altri argomenti: “In ogni caso Vladimir voi non potete parlare per le donne perché non siete una donna”.

E Luxuria: “È vero e infatti essere donna è il più gran bel dono che mi sono fatta da sola e mi sento molto più dignitosa io a difendere le donne di quello che sta facendo lei”. Cantini ha replicato: “Potevate assecondare la vostra natura e semplicemente adattarvi a quello che eravate, un uomo e invece fate tutto questo scandalo. Non dovete parlare per le donne. Un conto è essere donna per scelta e un conto è essere innata e io lo sono. Io parlo per le donne, voi parlate per gli LGTB”.

Alla fine è dovuto intervenire Cristiano Malgioglio: “Cosa sta dicendo questa? C’è un’autoambulanza? Sta dicendo delle grandi cavolate. Noi siamo felici così come siamo, conosciamo bene la sensualità di una donna. Tu non conosci un cacchio perché non hai cervello. Alessandra Cantini rivela di aver avuto un grave problema di salute al solo scopo di dire che ha fatto delle tac e ha un cervello. Dice cose inutili e non capisco perché Chiambretti ti invita in questo programma”.