Alessandro Borghese e il naufragio dell’Achille Lauro: si salvò a bordo di una zattera

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 novembre 2018 9:10 | Ultimo aggiornamento: 22 novembre 2018 9:11
Alessandro Borghese

Alessandro Borghese e il naufragio dell’Achille Lauro: si salvò a bordo di una zattera

ROMA – Alessandro Borghese, cuoco e conduttore televisivo salito alla ribalta negli ultimi anni grazie alle sue trasmissioni tv sulla cucina, rischiò di morire nel naufragio dell’Achille Lauro del 2 dicembre del 1994 al largo della Somalia. 

Borghese, che all’epoca aveva 18 anni, infatti si trovava a bordo del transatlantico come cuoco. Una esperienza che poteva costargli la vita.

Il 30 novembre 1994, durante una crociera tra Genova e il Sudafrica, scoppiò un incendio a bordo della nave che tre giorni più tardi, il 2 dicembre, ne causò l’affondamento. L’incendio causò due morti.

Alessandro Borghese, dopo tre giorni a bordo di una zattera, praticamente nel mezzo dell’oceano, fu salvato insieme a gli altri membri dell’equipaggio e i 1000 passeggeri della nave da crociera, considerata all’epoca una delle più belle.