Amalfi: scattavano foto, allontanati a male parole da Santoro

Pubblicato il 12 Marzo 2011 21:03 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2011 21:03

AMALFI (SALERNO) – Stavano facendo delle foto alla casa di Michele Santoro e lui li ha cacciati insultandoli: lo ha denunciato un gruppo di volontari della protezione civile di Camerota, la “Cilento Emergenza”, che erano in ”trasferta” ad Amalfi per un corso di aggiornamento nella sede dell’associazione di Protezione Civile “Millennium”, in località Pogerola.

”Stavamo scattando alcune foto del panorama mozzafiato di queste zone – spiega il volontario Fabio Del Gaudio, di Camerota – quando da un giardino un uomo ha iniziato a inveire nei nostri confronti. Con un linguaggio tutt’altro che oxfordiano, ci ha invitati a rivolgere l’obiettivo altrove, perche’ stavamo minando la sua privacy”.

Del Gaudio ha poi spiegato che, solo in un secondo momento, il gruppo di volontari si è accorto che l’uomo era il giornalista Michele Santoro: ”Non avevamo idea di chi fosse quell’uomo, – prosegue – e comunque mai e poi mai avremmo immaginato si trattasse del conduttore di ‘Annozero’ e che quella fosse, da quanto ho potuto capire, la sua casa”.

”Siamo dispiaciuti e molto delusi: – aggiunge Del Gaudio – questa storia ci ha lasciato l’amaro in bocca”. Per il presidente dell’associazione di Camerota, Vincenzo Rubano, ”quanto accaduto è davvero disarmante. Se abbiamo violato la presunta privacy del signor Santoro, ne siamo costernati. Detto questo, ora mi attendo che il signor Santoro chieda scusa ai ragazzi dell’associazione per il linguaggio utilizzato”.

Dal canto suo, il giornalista ha negato di aver inveito contro i ragazzi ma di averli solo invitati a non fotografare più quello scorcio.