Amici 2019, Alessandra Celentano critica con Mowgli: “Sei un ballerino inguardabile”

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 febbraio 2019 17:11 | Ultimo aggiornamento: 11 febbraio 2019 17:11
Amici 2019, Alessandra Celentano critica con Mowgli: "Sei un ballerino inguardabile"

Amici 2019, Alessandra Celentano critica con Mowgli: “Sei un ballerino inguardabile”

ROMA – “Non sei un ballerino versatile, negli altri stili sei inguardabile”. Così Alessandra Celentano è tornata all’attacco di Mowgli, dopo l’acceso confronto avuto due giorni fa ad Amici. 

Tra la maestra di danza classica e il ballerino di break non corre buon sangue e nella puntata di sabato l’insegnante, nota per la sua severità e intransigenza, aveva rincarato la dose, stroncando la sua esibizione “Come esce dalle sue acrobazie è un disastro – ha detto – La coreografia è tre quarti delle sue evoluzioni e un quarto dei ragazzi dietro che fanno hip hop. Ma sì dai ragazzi, ha fatto quattro passi in croce”.

In difesa di Mowgli si è schierato Timor Steffens, spiegando che il breaker aveva eseguito correttamente quanto gli aveva detto di fare. E il ballerino, al secolo Cristian Bilardi, non l’ha presa bene al punto da risponderle durissimo: “Come io avevo la consapevolezza di venire qui e di studiare altri stili, lei da maestra sapeva che c’era un breaker e doveva studiare l’hip hop lei”

Nel daytime di lunedì 11 febbraio lo scontro è tornato ad accendersi. Celentano decide di rivedere la coreografia di Timor su Mowgly e infine lo stronca: “Ti dò 4 1/2. Ti ho sempre riconosciuto che nel tuo stile sei bravo. Il mio, però, è un voto generale. Se ti vedo fare altri stili non mi piaci. Ti vedo bene solo nel tuo. Per me, un ballerino deve essere versatile. Hai dei grossi limiti. Devi studiare. Io, a 50 anni, non ne ho bisogno. In tutto il resto che fai ti vedo inguardabile. Non hai la possibilità di farlo. Voglio dei ballerini che facciano di più”.

Ne è seguito un acceso confronto tra i due coreografi in cui viene tirato in ballo anche Rafael. Timor Stiffens conclude: “Gli ho dato 8 perché ho visto un miglioramento”.