Anastasio rapper di destra? Quei like a Matteo Salvini, Lorenzo Fontana, Trump…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 dicembre 2018 8:31 | Ultimo aggiornamento: 14 dicembre 2018 14:38
Anastasio x factor

Anastasio rapper di destra? Quei like a Matteo Salvini, Lorenzo Fontana, Trump…

ROMA – Anastasio, rapper di Sorrento e vincitore di X Factor 12, avrebbe simpatie per la destra. A renderlo noto, Luca L, conduttore del podcast seguito su Instagram e Spotify, dal titolo “Ingranaggi”, che, spulciando i “mi piace” e i vecchi post di Anastasio, ha rintracciato dichiarate simpatie verso la destra.

Like per le pagine ufficiali di Silvio Berlusconi, Donald Trump e anche per “Right wing memes to Redpill the world”, pagina che supporta il Presidente degli Usa con meme in suo favore. E poi ancora Lorenzo Fontana, il ministro della Famiglia che è nemico dichiarato delle famiglie omosessuali, fino ad arrivare a gradimenti espressi per le pagine di CasaPound e di Matteo Salvini.

Commentando la politica di Macron, Anastasio scrive: “La Francia, la grande nazione multiculturale, esempio di tolleranza per noialtri selvaggi, continua a dissanguare l’Africa costringendo le popolazioni ad emigrare, per poi fare la morale agli italiani sugli sbarchi. Questo è l’emblema della sinistra degenerata: prima ci facciamo tutti i cazzi nostri, poi, comodi nei nostri salotti, pontifichiamo e attacchiamo il popolo che è sempre ignorante e razzistah. Come detto da Benedetto XVI, prima del diritto a emigrare si dovrebbe assicurare il diritto a non emigrare”.

Diverse anche le condivisioni dalla pagina Weltanschauung Italia, anche questa riferita a destra, come quella del 17 agosto, che riprende un intervento di Vittorio Sgarbi (definito nel post “mentore”) a La Zanzara sulla amoralità del sesso tra omosessuali.

Anastasio: “Non sono né comunista né fascista”

“Io mi tengo informato, metto like e vedo cosa dicono le persone”. A dirlo è Marco Anastasio, il vincitore della dodicesima edizione di X Factor. “Io ho la mia opinione su fatti di cronaca, a volte sono da un lato e a volte dall’altro. Mi etichetto come un libero pensatore. Può dire una cosa giusta anche Salvini, così come Renzi. Guardo alla cosa che si dice, non alla persone che la dice”, ha aggiunto il rapper ventunenne.

Queste polemiche “mi fanno sorridere, hanno fatto il classico gioco del titolone sulla base di non so bene cosa. Io sono un libero pensatore e ho posizioni per nulla additabili di fascismo”, ha spiegato. “Oggi c’è un caos politico completo – ha detto a chi gli ha chiesto di svelare il suo orientamento -: la destra si è ribaltata in sinistra e la sinistra in destra; la destra si occupa di lavoratori, la sinistra di temi sociali ma in chiave liberista. È un casino”. “Alle ultime elezioni – ha concluso – ho votato scheda bianca”.