Antonella Clerici: “Le polemiche a Sanremo fanno parte del gioco”. E sul caso Morgan del 2010…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Gennaio 2020 17:29 | Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio 2020 17:29
Antonella Clerici: "Le polemiche a Sanremo fanno parte del gioco". E sul caso Morgan del 2010...

Antonella Clerici (foto ANSA)

ROMA – Antonella Clerici commenta le accese polemiche sul Festival di Sanremo. La conduttrice, che sarà una delle donne che accompagneranno Amadeus sul palco dell’Ariston, sa bene cosa significa condurre la kermesse (nel 2010 guidò il Festival con Paolo Bonolis) comprese tutte le tensioni che lo accompagnano.

“Sono il sale del festival – racconta parlando ai microfoni dell’agenzia Ansa – fanno parte delle regole non scritte del gioco e ci sono sempre state. Sono inevitabili credo, poi però devono esaurirsi, specie se fondate sul nulla, c’è un limite a tutto. Per parole sbagliate, poi chiarite, si fanno discussioni infinite”. Amadeus è finito nel tritacarne per alcune dichiarazioni sulle donne di Sanremo e per la partecipazione di Junior Cally: “Nel ‘mio’ Sanremo ci fu il caso Morgan ne vogliamo parlare?”. La Clerici ricorda quella vicenda che vide protagonista l’ex di Asia Argento, venire squalificato dal Festival dopo aver parlato di droga durante un’intervista.

“Amadeus è un amico e io vivo questa cosa come un divertissement. Sarò nella serata del venerdì, quella abbinata ai giovani, e io la musica giovane l’ho sempre seguita da Ti lascio una canzone a Sanremo Young. L’idea insomma mi divertiva”. Ma guai a dare del sessista ad Amadeus: “Alla polemica in sé aggiungo il ruolo dei social che amplificano tutto sempre, figuriamoci un evento come il festival. Si facevano i gruppi d’ascolto discutendo di canzoni e look, ora il gruppo è trasferito online, ma bisogna dare il giusto peso alle cose e senza essere offensivi. Guai a giudizi frettolosi, ad insulti, ad offese”.

Infine tra la Clerici e la Rai sembra essere tornato il sereno dopo le polemiche a seguito della sua “scomparsa” dai palinsesti della tv pubblica lo scorso autunno: “Non devo dimostrare niente e sarò all’Ariston senza obiettivi, ma per godermi l’esperienza. Sono in quella fase dell’età guidata dal ‘Qui e Ora’”. (Fonte ANSA)