Asia Argento a Morgan: “Facesse meno teatrini mungendo questa vacca sacra, che sarei io”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Giugno 2019 9:52 | Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2019 9:52
Asia Argento a Morgan: "Facesse meno teatrini mungendo questa vacca sacra, che sarei io"

Asia Argento a Morgan: “Facesse meno teatrini mungendo questa vacca sacra, che sarei io” (Ansa)

ROMA – “Facesse meno teatrini mungendo questa vacca sacra, che sarei io”. Sono le parole con cui Asia Argento risponde a Morgan. Asia Argento, durante la trasmissione Realiti con Enrico Lucci, ha invitato Morgan a chiamarla e ha detto: “Ma veramente, perché non mi fa una telefonata invece di dire quelle cose brutte? Ha detto delle bugie. Però su una cosa ha ragione: io sono la madre di sua figlia, lui però è il madre di mia figlia. Vorrei che lui si occupasse di nostra figlia. Questi teatrini danneggiano lei. Se se ne occupasse e facesse meno teatrini mungendo questa vacca sacra, che sarei io: l’ho lasciato 13 anni fa e ancora mi sta mungendo. Se è ancora capace, tornasse a fare la musica e la smettesse con questi teatrini televisivi”.

Le parole di Asia Argento sono in riposta a quanto detto da Morgan in precedenza che oltre a scusarsi aveva anche aggiunto: “Dico ufficialmente basta. Non dirò più cose eccessivamente improponibili in televisione. Non reagirò più in modo sbagliato se dirà puttanate su di me. Cara Asia, la televisione e il mondo pazzo in cui siamo finiti ci porta a volte a dare delle manifestazioni del nostro peggio. Ti voglio bene e penso che tu sia una donna intelligente e preziosa. Il fatto di aver fatto una figlia insieme è stata una conseguenza diretta e spontanea di una relazione che non aveva confine tra quotidianità e creatività. La prossima volta ci faremo una telefonata: io ho sempre lo stesso numero, può chiamarmi quando vuole”.

Quindi ha proseguito: “Quando si arriva a parlare di una situazione con dei figli di mezzo, bisogna capire perché si è arrivati a fare dei figli. C’è stato un sentimento: io amavo Asia, ma credo che anche lei amasse me. Quando io vedo che ci si attacca tramite giornali e televisioni non mi piace. Non mi piaccio io e non la situazione. Perché lo facciamo? Perché siamo persone, siamo emotivi, quindi a volte diamo prova di avere dei sentimenti. Sicuramente ho sbagliato, però quello che vince è un vero sentimento. Le chiedo scusa”.