Ballando con le Stelle, Suor Cristina Scuccia torna in tv dopo The Voice 2014

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 7 Marzo 2019 8:24 | Ultimo aggiornamento: 7 Marzo 2019 8:24
Suor Cristina Scuccia a Ballando con le Stelle 2019. Nel 2014 vinse The Voice

Suor Cristina Scuccia a Ballando con le Stelle. Nel 2014 vinse The Voice (foto Ansa)

ROMA – Vi ricordate di Suor Cristina Scuccia? Nel 2014 fu un vero e proprio fenomeno di costume nella tv italiana. Suor Cristina trionfò a The Voice of Italy e tutto lasciava presagire una luminosa carriera per la suora che non aveva paura di mettersi in gioco con la tonaca indosso. A distanza di 5 anni, Suor Cristina ci riprova, questa volta con la danza: sarà una delle concorrenti di Ballando con le Stelle.

La suora si è confessata in una lunga intervista a Famiglia Cristiana: “So che arriveranno le critiche alle quali mi sto preparando spiritualmente. Il Vangelo stesso ci mette in guardia: ‘Guai quando tutti diranno bene di voi’, mentre San Paolo ricorda che ci è stato dato uno spirito di fortezza, non di timidezza. Quindi è giusto rischiare. La fede non va ghettizzata, portiamola in prima serata. Se attraverso la mia partecipazione anche solo un’anima sarà toccata, allora ne sarà valsa la pena”.

L’unico dubbio ora è a quale ballerino sarà accoppiata: “Però non credo di poter ballare in coppia con un uomo come suor Costanza in ‘Che Dio ci aiuti”. Ma come è nata l’idea di partecipare al reality danzereccio della Rai? “L’invito è arrivato direttamente da Milly circa un anno fa, ha chiesto il permesso alla madre superiora, suor Giovanna Fiorile, la quale dopo un periodo di discernimento e di preghiera ha detto sì. Attraverso la mia partecipazione, Milly desidera offrire al pubblico di Raiuno un messaggio di fede positivo, gioioso, fuori dagli schemi”.

“Conosco solo Mariotto, mi ha raccontato che è devoto della Madonna del Carmine l’anno scorso, quando sono andata ospite come ballerina per una notte, abbiamo recitato insieme l’Ave Maria nel camerino”. 

Fonte Famiglia Cristiana.