Barbara D’Urso piena di sangue e priva di sensi…ma è la dottoressa Giò

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 agosto 2018 8:52 | Ultimo aggiornamento: 21 agosto 2018 8:52
Barbara D'Urso piena di sangue e priva di sensi ai piedi del Colosseo per la Dottoressa Giò

Barbara D’Urso piena di sangue e priva di sensi ai piedi del Colosseo…

ROMA – Barbara D’Urso a terra, priva di sensi e sanguinante ai piedi del Colosseo: se vi è capitato di vedere questa scena o le foto pubblicate dal settimanale Gente, non vi preoccupate. La conduttrice Mediaset non è stata picchiata da nessuno né ha avuto un incidente [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. Semplicemente stava registrando le nuovo puntate de La dottoressa Giò, la fiction che andrà in onda il prossimo anno.

Barbara D’Urso torna così a recitare dopo una ventina di anni tornando ad un personaggio mai dimenticato dai telespettatori, la dottoressa, al centro di una storia a metà tra il genere medico e quello d’indagine.

Alcune scene sono state girate nell’ospedale San Carlo di Nancy a Roma. Nel cast anche Christopher Lambert, l’attore statunitense, naturalizzato francese, che sulla carta d’identità segna 61 anni e nel curriculum più di settanta film nel ruolo del ‘cattivo’. Nel cast anche il comico Rocco Tanica ex componente della band Elio e Le storie tese, Marco Bonini, volto noto di cinema e fiction, e Camilla Ferranti.

I nuovi episodi in corso di riprese sono prodotti da Picomedia: quattro prime serate per Canale 5. La nuova stagione con la regia Antonello Grimaldi- (Caos Calmo al cinema, Distretto di Polizia e Il commissario Zagaria) attualizza le vicende. Abbiamo lasciato Giorgia Basile, la dottoressa Giò, vent’anni fa, in un momento non facile della sua vita privata: aveva appena perso un figlio e aveva saputo di non poterne avere più. Un dramma che l’aveva allontanata anche da suo marito Armando (Fabio Testi). Nella nuova serie, la dottoressa Giò, ormai cinquantenne, torna a indossare il camice dopo essere stata assolta dalla querela del primario che aveva infangato la sua immagine. Torna ma con un obiettivo preciso: aprire all’interno dell’ospedale un centro antiviolenza per accogliere e aiutare le donne in difficoltà.

Un ritorno per la D’Urso dove tutto ebbe inizio il 23 novembre 1995 con il film tv “La Dottoressa Giò-Una mano da stringere” che sulla rete ammiraglia del Biscione incollò allo schermo 5 milioni di telespettatori. Seguirono su Rete 4.