Canone Rai. Ipotesi abolizione sostituito da tassa sulle scommesse, per decreto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2014 12:03 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2014 12:03
Canone Rai. Ipotesi abolizione sostituito da tassa sulle scommesse, per decreto

Canone Rai. Ipotesi abolizione sostituito da tassa sulle scommesse, per decreto

ROMA – Canone Rai. Ipotesi abolizione sostituito da tassa sulle scommesse, per decreto. Secondo il sito di informazione politica Il Velino.it. entro ottobre il Governo presenterà un decreto per abolire il canone Rai, insieme alla riforma nell’assegnazione delle frequenze tv pubbliche e dei meccanismi di sostegno all’emittenza locale.

Il progetto, di cui si sta occupando il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli, prevede la sostituzione della tassa più odiata dagli italiani, il canone Rai, con un’imposta indiretta applicabile su ogni scommessa dei giochi in cui lo Stato è concessionario.

Ma non basterebbe. E infatti Giacomelli (ma manca ancora il timbro del premier) sta pensando anche a una seconda imposta indiretta (quella sull’acquisto delle tv inizialmente ipotizzata è finita in soffitta) collegata anch’essa al mondo delle telecomunicazioni.

Entrate “certe” per una Rai che sempre più sogna la metamorfosi da broadcaster a media company. Anche perché – altra novità importante – nella nuova convenzione che partirà nel 2016 l’importo che lo Stato dà alla Rai per svolgere il servizio pubblico sarà messo nero su bianco. E sarà esplicitato fino all’ultimo zero nei contratti di servizio triennali. (Gianluca Vacchio, Il Velino.it)