Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi a C’è Tempo Per…: “Quando arriva un figlio non abbandonate gli animali, possono convivere”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Luglio 2020 12:34 | Ultimo aggiornamento: 22 Luglio 2020 12:34
Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi a C'è Tempo Per...

Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi a C’è Tempo Per…: “Quando arriva un figlio non abbandonate gli animali, possono convivere”

Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi sono stati ospiti a “C’è Tempo Per…” dove hanno parlato dei loro cani e dell’amore per gli animali.

La puntata di oggi, 22 luglio, di C’è tempo per… ha avuto come ospiti Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi.

La coppia di ballerini è stata in collegamento e si è presentata con quattro cuccioli.

“Ovunque andiamo noi portiamo quelli più anzianotti che hanno bisogno di tenerezza e medicine e che devono stare con noi. Ne abbiamo 15/16 in totale a casa”.

In tema abbandono, poi, Enzo Paolo Turchi è intervenuto facendo una simpatica battuta sulla moglie.

“Io sono molto tenerone, Carmen mi voleva abbandonare. Ogni tanto mi dice: vai via!”.

Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi hanno discusso con i padroni di casa Anna Falchi e Beppe Convertini dell’abbandono degli animali e della tenerezza di questi ultimi.

La coppia è molto attiva a tal proposito e ha rivelato: “Abbiamo salvato tanti cani in situazioni difficili”.

La violenza sugli animali

Poi hanno aggiunto una loro personale riflessione sulla cattiveria dei gesti che subiscono gli animali.

“Queste persone non stanno bene, non è possibile fare una cosa del genere”.

In studio anche Enzo Salvi, il cui pappagallo è stato aggredito poche settimane fa senza alcun motivo.

“Quando si vedono questi gesti di violenza gratuita fa male – ha detto Carmen Russo – per di più nei confronti di un pappagallo indifeso, è davvero inaccettabile.

Abbiamo salvato tanti cani in situazioni difficili, conseguenza di gesti violenti e cattivi, abbandonare un cane…”.

La confessione: “Il più grande successo della nostra vita”

Infine la coppia ha parlato dell’arrivo della loro figlia, Maria.

“Il suo arrivo è stato un momento inaspettato, avevamo perso le speranze…

è successo a giugno, abbiamo trascorso un’estate senza pensarci, all’insegna della normalità, poi a settembre, quando abbiamo avuto la conferma, abbiamo toccato il cielo con un dito.

Quando l’abbiamo vista le lacrime, per due giorni non ho dormito, il più grande successo della nostra vita”.

“Quando nacque Maria, Enzo portò i cagnolini per fargliela annusare. Quando nelle famiglie arriva un bebè non liberatevi del vostro cane, possono convivere benissimo.

I bimbi quando crescono con gli animali hanno un quid in più”. (fonte C’E’ TEMPO PER…)