Casalino: “A Giulia Sarti è stato consigliato di denunciare il fidanzato per la notizia di reato” VIDEO

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 28 febbraio 2019 21:12 | Ultimo aggiornamento: 28 febbraio 2019 21:12

ROMA – Rocco Casalino intervistato nei pressi di Palazzo Chigi da un inviato di Tagadà, il programma de La7 condotto da Tiziana Panella.

Al portavoce del presidente del Consiglio viene chiesto conto delle comunicazioni avute tra lui e Giulia Sarti, l’esponente grillina che ora verrà espulsa per non aver destinato parte dello stipendio al Movimento. La Sarti aveva denunciato il compagno Andrea Tibusche Bogdan; secondo quanto accertato però dai giudici, Bogdan non “derubò” la Sarti. A carico di Bogdan, la procura di Rimini ha infatti chiesto al gip l’archiviazione per l’accusa di appropriazione indebita.

Casalino spiega: “A me sembra una cosa molto evidente, non sono stato coivolto io. Ci sono dei messaggi tra me e lei che verranno mostrati pubblicamente e in cui tutto è abbastanza limpido. Anche lei lo sostiene. Raccontava a molte persone la sua versione in cui incolpava il ragazzo ed io la prima cosa che le ho detto è: ‘vai a denunciare'”. 

Il fidanzato come capo espiatorio, chiede l’intervistatore? Casalino spiega che probabilmente la Sarti non “se la sentiva di denunciarlo e quindi dava la colpa a qualcun’altro”.

Casalino conclude: “La denuncia l’ha fatta lei. O meglio, le è stato suggerito di denunciare, ma la denuncia l’ha fatta lei perché era a conoscenza di una notizia di reato”.

Fonte: La7