Chef Rubio “punito” dai telespettatori: dopo le polemiche su Trieste crollano gli ascolti

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 Ottobre 2019 16:41 | Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2019 16:41
Chef Rubio "punito" dai telespettatori: dopo le polemiche su Trieste crollano gli ascolti

Chef Rubio (Foto archivio Ansa)

ROMA – Ancora guai per Chef Rubio, dopo le polemiche che lo hanno travolto in questi giorni per i suoi commenti sulla sparatoria in Questura a Trieste. Parole che sono state aspramente criticate, da più parti, e che ora rischia di pagare anche in termini di popolarità con un netto calo di ascolti. 

Dati alla mano la puntata di ieri di Rubio alla Ricerca del Gusto Perduto, ha già perso mezzo punto di share. Con solo l’1% di share, pari a 242mila spettatori, in una settimana il programma è già sceso a 102mila spettatori. 

Difficile non fare il paio con le polemiche dei giorni scorsi. Tutto è cominciato con un post del celebre cuoco che, in merito alla tragica fine di Matteo Demenego e Pierluigi Rottaccisi, i due poliziotti uccisi a Trieste aveva scritto: “Inammissibile che un ladro riesca a disarmare un agente. Le colpe di questa ennesima tragedia evitabile risiedono nei vertici di un sistema stantio che manda a morire giovani impreparati fisicamente e psicologicamente. Io non mi sento sicuro in mano vostra”. 

Parole dure, difficili da digerire, a cui sono seguite repliche altrettanto dure. Compresa quella del fratello di Matteo Demenego, una delle due vittime: “Sono il fratello del poliziotto impreparato. Beh tieni sempre la guardia alta quando giri perché se colgo impreparato pure te fai la fine di mio fratello! Uomo di merda! Ti auguro di perdere un tuo caro!”.

Tanti anche i post indignati, di poliziotti. Poi capitalizzati dalla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che definisce Rubio “miserabile”. E Matteo Salvini, che già in passato si era duramente scontrato con lo chef. “A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprire bocca e togliere ogni dubbio. Non sei uno chef sei uno stupido”.

A criticare la presa di posizione del cuoco, al secolo Giorgio Rubini, anche Rita dalla Chiesa. “Semmai ti capiterà di essere minacciato pesantemente da qualcuno – gli ha scritto – difenditi da solo visto che di loro non ti fidi. Vergognati per al tua immensa pochezza”. E il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, che chiede “personalmente all’emittente televisiva che ha messo sotto contratto Chef Rubio di cancellare il suo programma”. 

Fonte: Leggo