Chef Rubio contro Kirk Douglas: “E’ morto uno dei più grandi sionisti della storia”

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Febbraio 2020 21:50 | Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio 2020 21:50
Chef Rubio contro Kirk Douglas: "E' morto uno dei più grandi sionisti della storia"

Chef Rubio (nella foto Ansa) contro Kirk Douglas: “E’ morto uno dei più grandi sionisti della storia”

ROMA – “E’ morto un sionista”. Così Chef Rubio dice addio a Kirk Douglas, scomparso ieri all’età di 103 anni.  Il leggendario attore e produttore di Hollywood era nato ad Amsterdam, Stato di New York, il 9 dicembre del 1916, da una famiglia di emigrati ebrei russi. E Chef Rubio, che da dicembre è in missione umanitaria a Gaza, ha colto ancora una volta l’occasione per palesare il suo sostegno alla causa palestinese.

Questo il suo tweet di commiato a Douglas che sta facendo molto discutere: “Morto uno dei più grandi attori sionisti della storia. Grazie a lui il revisionismo religioso e storico è stato possibile anche su pellicola e il pubblico coccolato dalle bugie, ha così smesso di farsi domande e accettare passivamente tutto”.

Di sionisti “cacasotto” aveva parlato anche 24 ore prima, attaccando il Festival di Sanremo per non aver trasmesso il videomessaggio di Roger Waters.

Nemmeno dinanzi alle rimostranze dei suoi stessi follower, Rubio non arretra: “L’ho scritto spesso e lo ribadisco nel commiato. È anche per colpa sua, dei suoi finanziamenti e per come la storia e la religione è stata impressa su pellicola col suo volto se oggi siamo così e se l’opinione pubblica non lotta per l’unico popolo al mondo ancora sotto assedio”, cioè quello palestinese.

Ma non basta a placare le polemiche e allora Rubio va all’attacco in romanesco: “Quando dici la verità te rompono il cazzo, non c’è niente da fa. Anche se nel 2020 #ChefRubio secondo i sionisti è improvvisamente stronzo, la poranima de Kirke nel 2016 veniva elogiato e celebrato dai camerata sionisti. Verba volant, social manent #sionistisquadristi #fascisti”.

Poi, in un altro tweet, sempre in romanesco: “Che poi non lo dico io che er poro Kirke era un sionista. Lo dicono i fatti! Me fa ride che i sionisti se vergognano d’esse tali e se je lo fai presente te danno dell’antisemita. Non volete sentirvi dire che siete fascisti repressi? Smettete di esserlo”.

Fonte: Twitter