“Chi vuol essere milionario”, domanda sbagliata. Concorrente corregge gli autori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Febbraio 2020 13:24 | Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2020 13:24
"Chi vuol essere milionario", domanda sbagliata. Concorrente corregge gli autori

“Chi vuol essere milionario”, domanda sbagliata. Concorrente corregge gli autori (Foto Ansa)

ROMA – A “Chi vuol essere milionario” condotto da Gerry Scotti ha partecipato un concorrente di nome Alessandro che, di fronte a una domanda ritenuta errata, ha corretto gli autori del programma. Secondo lui, quelle riportate nelle risposte infatti non erano metafore, come indicava il quesito, ma similitudini. Su Twitter, molti utenti hanno dimostrato di apprezzare il coraggio e la preparazione del giovane. Qualcuno lo ha ritenuto anche più bravo del campione che ha vinto un milione di euro.

Gerry Scotti si prepara a legge la decima domanda, quella che vale 20 mila euro. Alessandro ha già utilizzato tre dei quattro aiuti a sua disposizione e si prepara a ragionare. “Quale tra queste metafore animalesche non trae propriamente origine da un nome di un animale” è la domanda. Quattro le risposte: cieco come una talpa, piangere come un vitello, sano come un pesce, testardo come un mulo.

Il concorrente, però, pensa che la domanda sia errata e corregge gli autori di Chi vuol essere milionario. Secondo Alessandro, infatti, nelle risposte sono riportate similitudini e non metafore. Poi, grazie all’aiuto di suo padre, risponde correttamente (piangere come un vitello)  e continua il gioco.