Ciao Darwin, scontro tra Vladimir Luxuria e Povia su famiglie e gay: “Omofobo”. “E’ la natura”

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 23 marzo 2019 9:02 | Ultimo aggiornamento: 23 marzo 2019 12:01
povia ciao darwin

Il cantante Povia (Ansa)

ROMA – Vladimir Luxuria e Giuseppe Povia si sono sfidati a Ciao Darwin, il programma condotto su Canale 5 da Paolo Bonolis. Luxuria era nella squadra del Gay Pride, Povia in quella del Family Day,

Il tema scelto nella puntata dello show Mediaset è ovviamente legato al prossimo Congresso Mondiale sulla Famiglia che si svolgerà a Verona e che ha già scatenato molte polemiche. Povia è noto per aver cantato “Luca era gay”; Luxuria invece non ha bisogno di presentazioni. Ex deputato trasngender, da sempre porta avanti una battaglia per i diritti dei gay. 

I due sono stati interpellati dal Corriere della Sera in un’intervista doppia che ha seguito lo scontro in tv. Il tema era omosessualità e famiglia.

Il congresso di Verona, per Luxuria, è un “covo di fondamentalisti, omofobi, misogini, fuori dal tempo che vogliono riportare l’Italia al Medioevo e in cui si vuol far guarire i gay. guarigione’ dei gay. E che se poi non vogliono guarire possono scegliere tra ergastolo o pena di morte. Il tutto con rappresentanti raccattati da tutto il mondo, ovviamente con una folta presenza ungherese”.

Per Povia, invece, “la ‘famiglia naturale’, non tradizionale, è un’istituzione spontanea anarchica, comparsa sulla terra migliaia di anni fa. Non ha mai avuto bisogno di Stati, leggi o parlamenti che ne istituissero le modalità. Parlo di uomo, donna e figli. Poi esistono i sentimenti, non solo tra persone dello stesso sesso ma anche tra amici e amiche per la pelle, per esempio. Molti scordano che tutte le teste del mondo esistono grazie ad un uomo e ad una donna”. Per questo il cantante si chiede: “Oggi difendere l’ovvio è così rivoluzionario?”

Fonte: Corriere della Sera