Claudio Baglioni, fan lanciano petizione online: “Antonio Ricci chiedi ufficialmente scusa”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 febbraio 2018 9:19 | Ultimo aggiornamento: 2 febbraio 2018 9:19
Claudio Baglioni, fan lanciano petizione online: "Antonio Ricci chiedi ufficialmente scusa"

Claudio Baglioni, fan lanciano petizione online: “Antonio Ricci chiedi ufficialmente scusa”

ROMA – Le parole di Antonio Ricci su Claudio Baglioni non sono proprio andate giù ai suoi fan, che si sono mossi al contrattacco. Una petizione online è stata lanciata sulla pagina Change.org perché il papà di Striscia la Notizia chieda ufficialmente scusa al direttore artistico del Festival di Sanremo 2018.

Nell’intervista al Corriere della Sera, Ricci spiega di non aver mai provato simpatia per Baglioni, soprattutto perché negli anni della protesta del 1968 lui si dissociava dall’impegno politico, motivo per cui “piaceva ai fasci”, e poi lo attacca per via del suo presunto ricorso alla chirurgia estetica:

“Sono cresciuto nel ‘68, gli anni della protesta, gli anni di Tenco e Paoli, di Guccini e De André… poi arriva questa melensa creatura dalla maglietta fina che canta passerotto non andare via. Baglioni era il cantante preferito dei fascisti, di La Russa e Gasparri. Non lo sopporto. In uno spettacolo dissi anche che gli avrei tirato una molotov. Ora se gli dai fuoco si sparge odore acre di plastica che semina diossina in tutto il Paese“. Poi aggiunge: “Di fondo non penso sia uno disonesto… del resto non è capace: il botulino gli intoppa i ragionamenti nel cervello”.

Insomma, parole non certo leggere, tanto che i fan sono andati su tutte le furie e nella petizione lanciata online si legge questa richiesta:

“Il signor Antonio Ricci in un’intervista al Corriere della sera ha rilasciato delle dichiarazioni poco carine ed offensive in maniera gratuita nei confronti di Claudio Baglioni. Partendo dal presupposto che viviamo in un paese libero e che i gusti sono soggettivi, riteniamo però che le suddette dichiarazioni siano un po’ troppo esagerate e piene d’odio (addirittura afferma che gli avrebbe volentieri lanciato una molotov) e che prescindano dal dare un parere sull’artista e la sua arte, ma che si limitino a giudicare in maniera negativa l’uomo Claudio Baglioni.

Un uomo nella propria vita può fare liberamente le proprie scelte e queste, giuste o sbagliate che siano, non devono in alcun modo essere strumentalizzate per attaccare la persona, l’artista e la sua arte, né devono divenire una fonte d’odio, considerando che non è l’unico ad aver scritto canzoni non impegnate durante gli anni ’70 e non è l’unico (SE ANCHE DOVESSE ESSERE VERO, perché questo può saperlo solo lui in persona e nessuno può permettersi di affermarlo come una verità certa) ad essere ricorso alla chirurgia estetica, soprattutto nel mondo dello spettacolo. Pertanto non merita di ricevere tutto questo odio e tutte queste accuse, come se avesse commesso chissà quali delitti o reati.

Una persona di una certa cultura dovrebbe giudicare l’arte senza influenze di alcun tipo perché l’arte è al di sopra di ogni cosa. Quindi, caro signor Ricci, tutti conosciamo bene la sua ironia, ma c’è un limite a tutto e la invitiamo a chiedere UFFICIALMENTE SCUSA a Claudio Baglioni Uomo, Artista e alla sua Arte”.

Per firmare la petizione dei fan di Claudio Baglioni clicca qui.