Claudio Simonetti chi è: età, dove e quando è nato, vita privata, moglie e figli, i Goblin, il padre Enrico, il Covid

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Febbraio 2022 - 13:00
claudio simonetti foto instagram

Claudio Simonetti con un basso Rickenbecker in una recentissima foto Instragram

Claudio Simonetti chi è: età, dove e quando è nato, vita privata, moglie e figli, i Goblin, il padre Enrico, il Covid. Ospite a Oggi è un altro giorno è il compositore nonché fondatore dei mitici Goblin, il gruppo di rock progressive italiano diventato famoso nel mondo per aver suonato in diverse colonne sonore di Dario Argento. 

Età, dove e quando è nato, il padre Enrico: la biografia di Claudio Simonetti

Claudio Simonetti è nato a San Paolo in Brasile, il 19 febbraio del 1952. Oggi compie 70 anni ed è del segno dell’Acquario. Quando aveva 11 anni si è trasferito in Italia con la sua famiglia e si è iscritto al Conservatorio Santa Cecilia di Roma per studiare  composizione e pianoforte.

Oltre ad essere un compositore è un arrangiatore, tastierista, produttore e creatore noto per aver composto diverse colonne sonore horror.

La passione della musica arriva dal padre Enrico, morto nel 1978 a 54 anni a causa di complicazioni legati all’asportazione di un tumore alla gola. Enrico è stato pianista, compositore, conduttore televisivo, attore, umorista, direttore d’orchestra, cantante e  showman. 

Moglie e figli, la vita privata di Enrico Simonetti

Dal 1981 al 1983 Claudio è stato con Anna Kanakis. Dal 1989 a 1994 il compositore è stato sposato con Donatella De Campi. Dal 2009, Simonetti ha una relazione sentimentale con Giulia Lolli, fino a ora la sua storia più duratura. Non sappiamo se il musicista abbia dei figli.

La carriera di Claudio Simonetti 

È conosciuto per aver fondato il gruppo progressive italiano Goblin e per aver composto molte colonne sonore di pellicole italiane e americane, tra cui i film di Dario Argento Profondo Rosso, Suspiria, Phenomena, Opera, Non ho sonno, Il cartaio, La terza madre, Dracula 3D, nonché di Zombi e Wampyr di George A. Romero.

Attualmente è uno dei componenti della band Goblin – Claudio Simonetti’s. Nel 2017 ha pubblicato una biografia intitolata “Claudio Simonetti. Il ragazzo d’argento. Una vita con i Goblin, la musica, il cinema”.

Inizia la sua carriera come tastierista nel gruppo beat Marco & gli Eremiti. Con il batterista Walter Martino, figlio del cantante Bruno Martino  fonda il gruppo Il Ritratto di Dorian Gray. Nel 1974 fonda il gruppo degli Oliver e registra l’album Cherry Five con la casa discografica Cinevox.

La nascita dei Goblin e altri successi

Il gruppo, dopo la registrazione della colonna sonora di Profondo Rosso, con Walter Martino (batteria) al posto di Carlo Bordini, cambia il nome in Goblin. Con loro Simonetti registra i brani Profondo Rosso del 1975, che vende oltre 3 milioni di copie, Roller, Suspiria, Zombi e Il fantastico viaggio del bagarozzo Mark.

Nel 1978, dopo aver abbandonato il gruppo, fonda con il produttore Giancarlo Meo nel 1978 lancia il gruppo degli Easy Going che apre il periodo d’oro della Italo disco. Nel 1981 produce la cantante Vivien Vee, poi Gioca jouer per Claudio Cecchetto.

Nello stesso anno pubblica il suo primo album da solista  che raccoglie tutti brani presentati nella trasmissione di Gianni Boncompagni Sotto le stelle.  Nel 1984 viene chiamato a comporre le musiche a dirigere una grande orchestra di oltre 50 giovani musicisti nella trasmissione Buon compleanno TV presentata da Pippo Baudo.

Nel 1985 compone la colonna sonora del film Dèmoni di Lamberto Bava. Nel 1987 partecipa al programma Pronto, è la Rai? come musicista e animatore con Giancarlo Magalli e Simona Marchini.  Nel 1999, Claudio fonda i Daemonia, band con la quale si esibisce dal vivo, riproponendo i classici del suo repertorio insieme ad altri brani tratti da colonne sonore di film, prevalentemente horror. I brani sono riarrangiati in chiave prog metal.

Nel 2000 i Goblin si riuniscono per comporre la colonna sonora del film Non ho sonno di Dario Argento e negli anni successivi compone la colonna sonora del film Il Cartaio di Dario Argento (2003), la colonna sonora del film Jenifer (2005) e nel 2006 Pelts di Dario Argento per la serie tv americana Masters of Horror.

Nel 2007 compone le musiche per il film La terza madre di Dario Argento e firma le musiche del musical Profondo rosso. L’8 luglio 2009, insieme ai Daemonia, Simonetti inaugura il Traffic – Torino Free Festival, esibendosi in piazza C.L.N. a Torino. Si tratta della stessa piazza in cui si svolgono alcune delle scene principali di Profondo rosso.  Con la sua band, Simonetti ha eseguito dal vivo la colonna sonora del film, che nel frattempo veniva proiettato su un maxi schermo alle sue spalle davanti a 10.000 spettatori.

Nel 2010 forma i New Goblin con l’aggiunta di due componenti dei Daemonia. Con la nuova formazione, Simonetti ha tenuto molti concerti in Italia e soprattutto all’estero (Australia, Germania, Inghilterra, Polonia e Giappone).

Nel 2013 Simonetti compone la musica per il film Multiplex, un thriller di Stefano Calvagna, la colonna sonora del film Darkside Witches del regista francese Gerard Diefenthal, un film sulla stregoneria con molti effetti speciali e la musica per il film drammatico Prigioniero della mia libertà di Rosario Errico con Giancarlo Giannini, Lina Sastri e Martina Stella.

Nell’ ottobre 2013 Simonetti parte per la tournée Usa dei New Goblin con 21 concerti nelle più grandi città americane. Dopo la tournée americana il gruppo si separa e Claudio forma la band Claudio Simonetti’s Goblin con due ex componenti dei New Goblin.

Cecilia Nappo entra nei Claudio Simonetti’s Goblin

Nel 2017 Simonetti compone la colonna sonora del film di Ruggero Deodato, Ballad in Blood. Arriva il 2018 e la bassista Cecilia Nappo entra a far parte del gruppo e, dopo aver fatto dei concerti ad Osaka e Tokyo in Giappone, la band parte con il suo primo tour in Usa di 42 date dove suona la colonna sonora di Suspiria. Siamo nel 2019: i  Claudio Simonetti’s Goblin, dopo aver suonato alcuni concerti in Italia, fanno il loro primo tour europeo suonando a Parigi, Praga, Berlino, Cracovia, Helsinki, Mosca e San Pietroburgo. Partono poi per il secondo tour in Usa questa volta suonando la colonna sonora di Profondo rosso, dopo essere tornati in Giappone per la settima volta consecutiva.

Ad agosto del 2020, in occasione del 45esimo anniversario di Profondo Rosso, Simonetti pubblica, con la sua etichetta Deep Red un album con le nuove versioni.. Nel 2021 riceve il Premio alla Carriera “Costa Rossa Festival delle Arti”.

Claudio Simonetti ha avuto il Covid a novembre

Claudio Simonetti ha raccontato recentemente in un’intervista di aver avuto il Covid a novembre e di aver vissuto un’esperienza “tremenda”. L’intervista in occasione dell’arrivo dei 70 anni: “Come diceva un amico: abbiamo tutta la vita di dietro. Ma dentro di me sono sempre un ragazzino  nonostante abbia avuto il Covid a novembre. Un’esperienza tremenda. Mi sento quello di prima comunque. Per assurdo soprattutto negli ultimi anni ho fatto più concerti del passato grazie alla grande passione che c’è all’estero sui film italiani noti”.