Commissario Montalbano, il dramma dei migranti nella fiction Rai

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 gennaio 2019 17:11 | Ultimo aggiornamento: 31 gennaio 2019 18:03
Commissario Montalbano, il dramma dei migranti nella fiction Rai

Commissario Montalbano, il dramma dei migranti nella fiction Rai (Foto Ansa)

ROMA – Il dramma dei migranti irrompe anche nella fiction del commissario Montalbano. Le prime immagini dell’episodio “L’altro capo del filo” mostrano il commissario interpretato da Luca Zingaretti affrontare gli sbarchi sulla costa della sua Vigata.

Le prime immagini del primo dei due nuovi episodi della fiction, in onda su Rai1 l’11 e il 18 febbraio, sono scene che vediamo tutti i giorni al telegiornale: migranti che arrivano dal mare, sfiniti, distrutti, affamati.

Non sono numeri, non si tratta di una semplice emergenza da dover fronteggiare, Montalbano entra in empatia con questi esseri umani che arrivano sulle coste italiane su barconi sgangherati, stremati e stravolti, ed e’ impegnato in prima persona nell’organizzare gli aiuti. Lo si vede gettarsi in mare nella speranza di salvare un “picciotto” probabilmente caduto da un’imbarcazione e si vede, quasi si sente, il suo enorme dolore per essere arrivato troppo tardi: e’ disarmato, arrabbiato e resta senza parole, inginocchiato ai piedi di quel corpo senza vita. 

Ed è ancora il commissario di Vigata ad inchiodare ed arrestare due scafisti colpevoli di aver violentato una minore a bordo. Si impegna con tutta l’anima, il commissario, e con lui tutti i suoi uomini. Ognuno aiuta come può, dal vice commissario Augello all’ispettore Fazio, fino all’agente Catarella, l’ultimo che ti aspetteresti di vedere in azione sul campo.

Ed è proprio Catarella a rappresentare sulla pellicola l’aspetto più drammatico e doloroso del fenomeno migratorio: scoppia in lacrime, distrutto dal dolore, raccontando a Montalbano di aver soccorso una donna incinta e di aver poi saputo che il bimbo che portava in grembo era morto. “Sono cose terribili, che non dovrebbero accadere”, commenta il commissario.

Inizia con queste scene di drammatica attualità il nuovo episodio de ‘Il Commissario Montalbano’ che, proprio per il delicato tema trattato e un presunto “imbarazzo” che avrebbe provocato in Rai (circostanza seccamente smentita dal direttore di Rai1, Teresa De Santis) è stato al centro di polemiche sulla stampa. 

L’argomento migranti, in realtà si chiude qui. In mezzo a questi eventi, infatti, un terribile delitto si abbatte su Vigata: Elena Biasini viene barbaramente massacrata nella sua sartoria. L’omicidio sembra inspiegabile, ma Montalbano saprà afferrare il filo della vita di questa donna misteriosa e scoprirà la lacerante verità che sta dietro la sua morte.