Coronavirus, Fiordaliso a Live-Non è la D’Urso: “Non ho potuto nemmeno essere vicina a mia madre quando è morta”

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Aprile 2020 9:24 | Ultimo aggiornamento: 6 Aprile 2020 9:24
Coronavirus, Fiordaliso a Live-Non è la D'Urso: "Non ho potuto nemmeno essere vicina a mia madre quando è morta"

Coronavirus, Fiordaliso a Live-Non è la D’Urso: “Non ho potuto nemmeno essere vicina a mia madre quando è morta”

ROMA  –  Marina Fiordaliso in lacrime in collegamento a Live-Non è la D’Urso ha raccontato la sua esperienza con il coronavirus, che le ha portato via la madre e ha colpito anche lei, la sorella e il padre.  

La settimana scorsa la cantante aveva annunciato la morte della madre con un tweet. Domenica sera, parlando con Barbara D’Urso, ha definito il virus “un mostro” e ha raccontato il dolore di non poter essere vicina a mamma Carla nel momento dell’addio. “Non so chi si è ammalata per prima, se io o la mamma – ha raccontato Fiordaliso a Barbara D’Urso – . L’ho accudita per 5 giorni, poi è andata in ospedale e io non l’ho più vista. Per me è molto difficile da raccontare. Mia mamma per 11 giorni non l’ho sentita. Poi mi è arrivata una telefonata, era mia mamma che mi ha detto: ‘Sto morendo’. Scusa, mi ero promessa di non piangere ma non ce la faccio”.

Quindi la cantante ha voluto rivolgere un appello agli spettatori: “Sono qui per dire di stare a casa. I tuoi cari non li puoi accompagnare negli ultimi istanti della loro vita, è terribile. Mia mamma aveva 85 anni, mio padre ne ha 91”, ha proseguito Fiordaliso affranta, “ma è la mia mamma, è troppo crudele. Non le ho neanche potuto dire addio”.

La stessa Fiordaliso ha avuto febbre alta, probabilmente per il Covid-19. Il padre Auro è stato ricoverato ma è stato poi dimesso. “Io ho avuto 38 di febbre, se non prendevo la tachipirina ce l’avevo fissa. Avevo grandi dolori muscolari e mi sono andati via olfatto e gusto. Ho capito di essermi ammalata quando hanno portato via mia madre e mi hanno detto che aveva il coronavirus. Mio padre è stato ospedalizzato, anche lui ha fatto il tampone e ha avuto bisogno dell’ossigeno. Io non ho fatto il tampone ma l’8 aprile andrò a fare il test per sapere se sono negativa. Papà farà ancora otto giorni a casa. Devo comunque dire che i medici sono meravigliosi”, ha sottolineato Fiordaliso. (Fonte: Live-Non è la D’Urso)