tv

Daniele Bossari: “Il mio periodo di autodistruzione è durato 6 anni”

bossari-gf-vip

Daniele Bossari

ROMA – “Quando mi hanno proposto di fare il Grande fratello Vip ho subito detto di no, perché pensavo di non riuscire a farlo. Ci sono state due persone che mi hanno convinto, Filippa e, soprattutto, ha insistito una persona che ora non c’è più, ed è scomparsa mentre ero nella casa. Questa persona è il mio agente Franchino (Tuzio, ndr). Dal momento in cui mi hanno comunicato che era scomparso ho avuto una forza incredibile, come se fosse lui a darmela. Credo che mi abbia protetto. Dedico a Franchino tutta questa esperienza”. A parlare è Daniele Bossari che, in un’intervista in esclusiva a Verissimo  in onda oggi su Canale5, ha raccontato il suo lungo e buio periodo che l’ha portato a isolarsi da tutto e tutti.

Il trionfatore del Grande Fratello Vip si confessa a Silvia Toffanin rivelando di essere stato talmente depresso da scegliere l’alcol come rifugio per le sue pene: “Il mio periodo di autodistruzione è durato 6 anni. Ero vulnerabile agli attacchi. Non volevo più rispondere al telefono e se non rispondi, prima o poi la gente non ti chiama più. Per la depressione mi sono rifugiato nell’alcol. Bere” spiega, “mi dava l’opportunità di sciogliere questa sofferenza. Ero sempre annebbiato. Poi una mattina, prima di quest’estate, mi sono guardato allo specchio dopo una notte di pianto e dopo l’ennesimo attacco di panico. Mi sono detto ‘cosa stai facendo?’. Da quel momento è iniziata la risalita e Filippa e nostra figlia Stella mi hanno ripreso per mano e accompagnato in questo percorso”.

Proprio su Filippa Lagerback, che nella penultima puntata del reality ha ricevuto in diretta la proposta di matrimonio, il conduttore afferma: “Ha dovuto sopportare tanto. Filippa ha avuto la pazienza e la forza di lasciarmi libero, aiutandomi però con tutte le sue forze. Ora ci siamo riuniti, rifusi. Fortunatamente questa è una storia a lieto fine”.

To Top