David di Donatello, Alessandro Borghi migliore attore: “Questo premio è di Stefano Cucchi” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 marzo 2019 23:49 | Ultimo aggiornamento: 27 marzo 2019 23:49
david di donatello borghi

David di Donatello, Alessandro Borghi migliore attore: “Questo premio è di Stefano Cucchi” VIDEO

ROMA – “Questo premio è di Stefano Cucchi”. Lo ha detto sul palco dei David di Donatello Alessandro Borghi dopo aver conquistato il premio come miglior attore per l’interpretazione in “Sulla mia pelle”. “Grazie a Cremonini per la tua amicizia, a Jasmine per quanto sei meravigliosa, la famiglia Cucchi per esservi fidati di me. Grazie davvero alle persone che mi arricchiscono e alla mia famiglia – ha detto – questo film è stato complicato e loro ne hanno pagato le conseguenze. Questo premio è di Stefano Cucchi e va all’importanza di restare umani e di essere riconosciuti come tali a prescindere da tutto”. Il premio gli è stato consegnato da Uma Thurman.

A Elena Sofia Ricci premio come migliore attrice per l’interpretazione di Veronica Lario in Loro di Paolo Sorrentino. “Tutto è stato emozionante di Loro, essere chiamata da Paolo Sorrentino, fare il film, aver vinto ai nastri d’Argento e essere qui stasera è un’emozione e un onore grandissimo, soprattutto per essere insieme a colleghe magnifiche nella mia categoria”, ha detto la Ricci all’ANSA, sul red carpet ai David di Donatello, dove ha poi vinto la statuetta. Quanto contano i premi? “Veramente quando ho vinto ai David di Donatello nel 1990 per la prima volta (per Ne parliamo lunedì, ndr) poi non ho lavorato al cinema per molto tempo – ricorda sorridendo l’attrice -. I premi fanno piacere ma conta di più il lavoro fatto con passione e onestamente. Poi noi lavoriamo per l’amore del pubblico, per la gente”. Una dimostrazione dell’amore che ha per lei il pubblico è passata anche dal grande successo della quinta stagione di Che Dio ci aiuti, su Rai1. Ci sarà anche una sesta stagione? “Vedremo, è una serie che mi ha dato tanto, sono molto affezionata a suor Angela, ma mi devo prendere una pausa da lei, perché è un ruolo ingombrante, anche per me. Ora ho tanti progetti, che riguardano anche il teatro, dove mi piace tornare, ma il prossimo sarà di nuovo televisivo, per la Rai”.

Premio per la miglior regia a Matteo Garrone per ‘Dogman’: ‘La regia è importante ma senza dei grandi attori non si va avanti” ha detto rivolgendosi a Marcello Fonte.