David di Donatello: niente standing ovation Benigni, Carlo Conti la chiede al pubblico

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 marzo 2019 11:40 | Ultimo aggiornamento: 28 marzo 2019 14:35
David di Donatello, Carlo Conti costretto a chiedere la standing ovation per Benigni

David di Donatello, Carlo Conti costretto a chiedere la standing ovation per Benigni

ROMA – Piccolo momento imbarazzante per Roberto Benigni ai David di Donatello. L’attore toscano è salito sul palco per consegnare il premio alla carriera a Tim Burton. Ma mentre usciva di scena col regista statunitense Carlo Conti lo ha fermato: “Roberto – ha esclamato richiamandolo al centro – Esattamente 20 anni fa ci hai regalato una soddisfazione bellissima: tre Oscar per La vita è bella. Grazie”.

A quel punto ci si aspettava che il pubblico in sala omaggiasse Benigni con una standing ovation. Ma nessuno si è alzato in piedi. Così Carlo Conti ha ordinato: “In piedi!”. E la platea ha obbedito. Non esattamente un omaggio spontaneo, come invece era accaduto poco prima per Tim Burton.

“Ricevere questo premio da Roberto è uno dei più grandi onori della mia vita”, ha detto il geniale cineasta americano ricevendo il premio. Il regista e attore toscano, impegnato in questi giorni sul set di Pinocchio di Matteo Garrone, si è rivolto al collega californiano alla sua maniera: “Tim Burton è uno dei più fantasiosi uomini di cinema, con l’immaginazione potente. Sembra italiano, sembra il mio vicino di casa. Grazie a questo italiano speciale”, ha aggiunto. Tripudio di applausi in platea e il regista statunitense si è commosso. (fonte: RaiPlay)